Rio 2016, incredibile Bocciardo. L'Italia ha il suo secondo oro

Rio 2016, incredibile Bocciardo. L'Italia ha il suo secondo oro

Giochi Paralimpici 2016. Nuoto. "Ora so che il colore della vittoria è d'oro". Al secondo posto l'olandese Van Hoffweegen (5'07282) e al terzo il cubano Perez Escalona (5'14 " 44).

"E' stata dura ma è una cosa bellissima - dichiara a fine gara il ligure - una sensazione che mi porterò dietro tutta la vita e che un giorno potrò raccontare ai miei figli".

Grande appassionato di musica, Francesco Bocciardo ha battuto la sua disabilità e l'ansia dell'essere favorito nella gara che ama e che più di tutte lo esalta, nonostante paghi qualcosa in partenza (l'unico a non scattare dal blocco) e in virata.

Seconda medaglia d'oro per l'Italia alle Paralimpiadi: è quella conquistata dal genovese 22enne Francesco Bocciardo nei 400 stile libero categoria S6 con il tempo di 5'02 " 15.

"Arrivando da campione europeo e mondiale in carica ho sentito un pò di pressione - ammette Bocciardo - ma sono riuscito a trasformarla in energia per vincere".

Ancora una volta le soddisfazioni per l'Italia in materia di medaglie, a questa edizione delle Paralimpadi di Rio 2016, vengono dal nuoto.

"Dopo aver dominato la scena europea e mondiale, oggi Francesco trionfa anche sul palcoscenico più importante per un atleta - sostiene Pancalli - complimenti a lui, all'intero Team, alla Federazione e a tutti i tecnici per il lavoro svolto".

Bocciardo ha iniziato a nuotare quando aveva cinque anni, lo sport solo come forma di terapia.

È successo nel 2015 a Glasgow quando ha vinto l'oro sempre nei 400 stile libero.