Referendum: Renzi, non serve a cacciarmi

Referendum: Renzi, non serve a cacciarmi

"Comunque aspettiamo a giudicare Berlusconi come uomo del passato". "Non c'è dubbio che ha più vite di un gatto e questo gli fa onore" ha aggiunto il premier. Gli auguro di tornare in campo nel no a referendum insieme a D'Alema con cui ha vissuto la stagione delle Bicamerali ma io sto dall'altra parte della barricata. Auguri anche a Bersani che sono nati lo stesso giorno. Ma cosa cambia tra il 4 dicembre e il 27 novembre? Consulta l'oroscopo prima di votare? "La verità è che utilizzano tutti gli argomenti pur di non parlare del merito". "Se ci saranno le condizioni e il progetto permetterà allo Stato di ricavare e non di spendere, perché no?". E per fortuna, perché ha dimostrato di avere energia e qualità", dice Carlo De Benedetti, che non trova d'accordo però Matteo Renzi che dice: "non si utilizzi il referendum in nome del desiderio di buttar giù il governo. Si manda a casa per sempre la riforma, è un'occasione perduta. "E' più bello se si potesse votare nel merito e poi scegliere un front runner del centrodestra e dei 5 stelle, che, con Di Maio, credo non se la passi benissimo".

Roma, 28 set. (askanews) - "Siamo qui per cambiare non per fare due post o aumentare i follower".

"Mi manda sempre i messaggini con il cuore, con l'emoticon, con il cuore rosso", rivela Renzi. "Il dottor Davigo ha detto anche delle cose pesanti nei miei confronti ma io ho il dovere di ascoltarlo", spiega il premier concordando con le parole del ministro Orlando sui risicati numeri della maggioranza al Senato.