Pure il film sui vaccini che fanno male

Pure il film sui vaccini che fanno male

"E' una iniziativa personale di Bartolomeo Pepe non nuovo a simili barbarie- denuncia De Biasi- la commissione Sanità si muove in altro modo: sostiene la ricerca, la scienza, i vaccini come prevenzione delle malattie. Non c'è alcun legame fra vaccini e autismo. lo pseudo medico che sosteneva questa tesi è stato radiato dall'albo. e mentre pepe si diletta con i ciarlatani noi facciamo la legge sull'autismo e lo inseriamo nei livelli essenziali di assistenza".

La scelta di Pepe di promuovere il documentario diretto da Andrew Wakefield - il medico inglese radiato dall'ordine professionale per aver pubblicato uno studio che metteva la vaccinazione contro il morbillo, la parotite e la rosolia in relazione con l'autismo, poi ritirato in quanto falso e privo di evidenza scientifica - ha innescato un vespaio di polemiche.

"Dopo le precisazioni dell'Amministrazione e la moral suasion esercitata dal Presidente del Senato Pietro Grasso, il Presidente del Gruppo GAL, al quale appartiene il Senatore Pepe, ha comunicato la revoca della richiesta di utilizzo della Sala Convegni di Piazza Capranica. Senza schierarci con le posizioni del film, ci interessano proiezioni che possano creare dibattito e dialogo: per questo saranno presenti esperti, associazioni e medici per approfondimenti". Così il presidente del Senato Pietro Grasso, sull'iniziativa del senatore di Gal di proiettare un film antivaccini al Senato."Ogni giorno le sale messe a disposizione dal Senato ai Gruppi parlamentari vengono utilizzate per iniziative, conferenze stampa e incontri pubblici promossi dai Gruppi stessi o da singoli senatori - aggiunge Grasso nella nota - non è tra i miei poteri di presidente esercitare controlli preventivi su tali iniziative politiche, che avvengono sotto la esclusiva responsabilità di chi le organizza".

Il 4 ottobre ne era stata annunciata la proiezione, in prima europea, in una sala del Senato, ma è subito scoppiata la polemica e l'iniziativa è stata alla fine annullata. Nel dettaglio del documentario, si cerca la relazione tra le vaccinazioni e l'insorgere dell'autismo nei bambini. "Irrefutabilmente, totalmente. Che c'è da discutere/riflettere?".

Ma sul tema si è scatenata l'opposizione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e del Senato stesso, che ha fatto sapere di non aver concesso il patrocinio alla proiezione.

Il documentario contro i vaccini non sarà più presentato al Senato, dopo le polemiche politiche, e non solo, su un'iniziativa vista come antiscientifica. I vaccini hanno svolto e continuano a svolgere una funzione medica e sociale insostituibile. Proprio grazie ai vaccini sono state sconfitte malattie gravissime ed invalidanti. "Societa' scientifiche ed istituzioni hanno il dovere di contrastare la diffusioni di tutte le credenze diffuse da moderni stregoni senza scrupoli che approfittano della buona fede e anche dell'ignoranza di alcune persone".

"Trovo sinceramente fuori luogo che una sede istituzionale come Palazzo Madama ospiti iniziative che nulla hanno a che vedere con la scienza e proposte da personaggi radiati da un ordine professionale".