" "Padoan:" Irpef non ora, ma giù pressione fiscale"

"I contratti a livello aziendale vanno sostenuti perché sono fonte di crescita". Lo ha detto il ministro italiano dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

La flat tax "è un esercizio interessante ma poco realistico per l'Italia".

Il ministro ha poi spiegato che si sta lavorando ancora alla riforma delle agenzie fiscali che non si è ancora deciso il soggetto che assumerà le funzioni di Equitalia, "che continueranno ad essere svolte". "Non dimentichiamo che sui mercati italiani c'è l'incognita referendum, che viene a torto o ragione, più a torto che a ragione, recepita come un impedimento". Padoan aggiunge poi: "Pensiamo di confermare il superammortamento" alle imprese varato lo scorso anno sull'acquisto dei macchinari.

Nel corso di un'intervista registrata per la trasmissione tv Porta a Porta, Padoan, escludendo una riduzione dell'Irpef per il 2017, ha anche annunciato un intervento di riequilibrio per le mini-Iva e un nuova edizione della voluntary disclosure, che nelle sue aspettative dovrebbe portare nelle casse dello Stato quasi quattro miliardi di euro. "Molti capitali sono già rientrati, mi accontenterei di una frazione della cifra recuperata, spero di poter recuperare un po' meno di 4 miliardi". Così sui dati Ista di oggi sull'occupazione.