MotoGP, Aragona: Marquez vince e scappa, Rossi è terzo

MotoGP, Aragona: Marquez vince e scappa, Rossi è terzo

Un secondo posto che ripaga le tante delusioni raccolte da Lorenzo nelle ultime settimane, che gli hanno fatto dire addio al titolo di Moto Gp, del quale sarà detentore per ancora 4 gare. Lorenzo a sua volta lascia Vinales per strada e si piazza comodamente in terza posizione con un ritmo ottimo e solo un secondo e tre decimi di distacco da Rossi. Quindi ha rischiato grosso al terzo giro, quando si è reso autore di un lungo che l'ha costretto ad una bella remuntada. Oggi c'era più vento e facevo un po' fatica con la gomma davanti.

La partenza è pulita e la bagarre iniziata già alle prime curve: Lorenzo, Marquez, Vinales e Rossi sono tutti lì attaccati alla fine del primo giro.

Marc Marquez conquista il Gran Premio di casa e si avvicina prepotentemente al titolo mondiale. "Ho interrotto questa tendenza e questo è positivo". E' andata bene e dopo quell'episodio ho deciso di ritrovare piano piano il feeling di ieri per spingere nella seconda parte di gara. "Si è chiuso lo sterzo, ho giocato il jolly e mi sono salvato" dice mostrando il gomito sinistro: ancora una volta, se non è caduto lo deve anche alla sua grandissima capacità di reazione.

"Lo scorso anno mi hanno rubato il titolo". Ma in questi primi giri il ritmo è alto e sono tutti raggruppati in pochi metri. "Ci siamo avvicinati piu' di quanto ci aspettassimo al vincitore".

Giornata storta anche per le Ducati: Andrea Dovizioso, solo undicesimo, ha anticipato al traguardo Michele Pirro con meno di 7 decimi di vantaggio, mentre Danilo Petrucci si è classificato diciasettesimo, dopo un contatto con il compagno di squadra Scott Redding, che gli è valso anche un ride through. Il titolo? Marquez dovrebbe essere proprio sfortunato per non vincerlo. Dietro non è cambiato quasi nulla, se non che Lorenzo e Vinales sono di nuovo vicini e sembrano guadagnare qualcosa su Rossi.

Soltanto a dodici giri dal termine, lo spagnolo della Honda riconquista la leadership della gara, superando Valentino Rossi, allora in testa, al "cavatappi" del circuito aragonese.