Juventus, Allegri e Buffon: "Consapevoli di avere una squadra allestita per vincere"

Juventus, Allegri e Buffon:

Più consistente l'impegno del Sassuolo che, dopo il netto ko con la Juve, riceve l'Athletic Bilbao, squadra esperta e che ieri si è sbloccata in Liga. - Già l'anno scorso eravamo molto competitivi e quest'anno siamo migliorati ulteriormente. "Per andare in una grande squadra e vincere la Champions". Abbiamo tanto entusiasmo, voglia e impazienza.

Il Siviglia ha venduto i pezzi migliori, da Krychowiak a Gameiro, passando per Banega, ma occhio al nuovo tecnico, Jorge Sampaoli. La coppa dalle Grandi Orecchia è l'obiettivo primario, l'unico che potrebbe permettere anche di chiudere un occhio in caso di mancato raggiungimento degli altri. "E mi sembra che lo abbia dimostrato con i goal".

Il tecnico alla vigilia del match col Siviglia: "La prima partita è la più importante". Il Real di Zidane e Ronaldo teme soprattutto gli arcinemici del Barca con la triade "divina" Messi-Suarez-Neymar, ma Carletto Ancelotti vuole accendere la fuoriserie Bayern targata Muller-Lewandovski e sa come vincere la Champions. Ma così non è stato. Quanto fatto fino a oggi non è bastato. Ho 5 giocatori e devo decidere in base alla partita. Senza stare a dire vinceremo la Coppa. "Inoltre ha esperienza internazionale, come testimoniano le loro vittorie in Europa League". Il Siviglia gioca un bel calcio, crea occasioni e fa gol, ma dietro concede moltissimo. Vi ricordiamo anche che sarà possibile seguire lo streaming di Juve-Siviglia sul sito ufficiale di RSI LA 2 per i residenti in Svizzera. Alla fine rimane chi vince, non scrivono mai chi arriva secondo. "Quest'anno vista la qualità delle altre squadre sarà molto dura". SIamo in fase di allestimento. Siamo in allestimento, abbiamo giocatori nuovi, abbiamo iniziato ad agosto, poi ci sono state le Nazionali. Non vediamo l'ora di cominciare. Inutile pensare a cosa accadrà a maggio. Mandzukic è un valore aggiunto per noi perché non scordiamoci che ha vinto la Champions.

Su influenza: "Quando si gioca in grandi squadre la pressione c'è sempre".

E ancora: "Non bisogna farsi prendere dalle ansie. Contro il Siviglia servono umiltà e responsabilità; tutti dall'esterno danno la Juve vincente in campionato e al top in Europa, noi nello spogliatoio dobbiamo lavorare bene anche a livello psicologico per non farci trasportare dalle facili euforie da fuori".