Isis: Usa non confermano morte del portavoce Adnani

Isis: Usa non confermano morte del portavoce Adnani

La ricostruzione dell'uccisione di non è comunque del tutto chiara; secondo l'agenzia Amaq, Al Adnani era impegnato in una ricognizione, quando è stato ucciso, ricognizione divenuta necessaria per l'aumentata intensità della battaglia nelle zone circostanti Aleppo. Lo riferisce la tv panaraba Al Jazeera.

L'Isis ha comunque promesso vendetta per la sua morte: "Allah - si legge nel comunicato - ha detto: 'Se una ferita vi coglie, una ferita simile ha già colto i vostri nemici". Al-Adnani potrebbe essere stato ucciso nei pressi della località di Al-Bab. Intanto l'agenzia di stampa Ap ha documentato l'esistenza di 72 fosse comuni realizzate dall'Isis in Iraq e Siria e prevede che altre verranno alla luce sulla scia della ritirata del gruppo.

Un nuovo duro colpo è stato inferto all'Isis in Libia, dove le truppe filo-governative - che sostengono il governo di Abdel Fattah al-Sarraj - hanno dichiarato di aver ucciso il muftì e predicatore Hassan al-Karamy.

"Se non siete in grado di procurarvi un ordigno esplosivo o una pallottola - disse due mesi prima della strage di Nizza - allora scegliete un infedele americano o francese o qualunque altro loro alleato e rompetegli la testa con una pietra, o accoltellatelo, investitelo con un'auto, buttatelo giù da un'altura, strangolatelo o avvelenatelo". Mentre al-Shishani aveva la responsabilità delle operazioni militari in Siria e Iraq, Al-Adnani era incaricato di organizzare le "operazioni esterne", cioè gli attacchi in Occidente. I dati sono frutto di interviste esclusive, fotografie e ricerche. L'ong cita fonti secondo le quali i funerali dei tre, identificati come Jordan Andrew, Will Savage e Levi Jonasn, sono stati tenuti al valico di Simalka, tra la provincia siriana di Al Hasaka e l'Iraq. Lo ha reso noto il Dipartimento di Stato, che ha chiesto tempo sino alla fine di settembre per esaminare le email, e accertare se alcune di esse contengano informazioni classificate, prima che siano divulgate.