I bot di Facebook Messenger gestiranno i pagamenti

I bot di Facebook Messenger gestiranno i pagamenti

I messaggi con i pagamenti [BETA, solo Stati Uniti].Facebook sta lanciando un nuovo modo per le aziende di vendere prodotti e servizi in Messenger. Toccando il link, si apre una scheda conferma di pagamento rapido che passa automaticamente a qualsiasi carta di credito che l'utente ha legato al proprio account Facebook Messenger.

Nel corso dell'intervento al TechCrunch Disrupt SF 2016 David Marcus ne ha approfitto per aggiornare la stampa sui risultati ottenuti fino ad ora dalla piattaforma di sviluppo di Messenger che ad oggi conta oltre 4 mila sviluppatori attivi e più di 30mila bot realizzati. Per ciò che concerne la sicurezza e la privacy, il responsabile di Facebook Messenger, ha sottolineato che questo tipo di sistema sarà totalmente sicuro.

L'ultima versione di Facebook Messenger aggiunge una nuova funzionalità per i 30.000 o giù di lì chatbot che attualmente popolano la sua piattaforma. Naturalmente la società assicura che le transazioni e le relative informazioni saranno protetti attraverso sistemi di crittografia di livello bancario.

Su Facebook Messenger arrivano i bot pubblicitari: andiamo a vedere come funzionano e a cosa servono.

Facebook Messenger strizza l'occhio all'ecommerce. Al momento, questa opzione è disponibile come beta chiusa e solo negli USA.

Facebook Messenger - A quanto pare i bot di Facebook Messenger potranno supportare i pagamenti nativi.

Schermata di benvenuto per i bot.Quando gli utenti iniziano una nuova conversazione con un bot nell'app Messenger, saranno accolti da una schermata di benvenuto per fornire ulteriori informazioni sul bot, compresa la categoria della pagina, tempi di risposta stimati e le capacità fornite su Messenger.

Facebook si è lanciata da ormai diverso tempo nel mondo delle comunicazioni in tempo reale; alcuni esempi efficaci sono costituiti dall'attenzione che il social rivolge alle cosiddette "dirette", dalla possibilità di effettuare chiamate audio e video al pari di concorrenti del settore, uno tra tutti Skype.