Giù i petroliferi in scia al mercato e in attesa vertice OPEC

Si prevede una partenza in deciso rialzo per le Borse europee, compresa Piazza Affari, in scia ai guadagni di Wall Street ieri sera e di tutti i maggiori listini asiatici questa mattina (la Borsa di Tokyo ha chiuso con un rialzo di oltre 1 punto percentuale).

Anche se i prezzi del petrolio frenano dopo il rally successivo alla notizia dell'accordo storico raggiunto ad Algeri tra i paesi produttori dell'Opec, i titoli energetici quotati sull'azionario globale continuano a salire. Il Ftse Mib archivia la giornata a 16.338 punti (+0,72%), limando i rialzi raggiunti nel corso della seduta.

Nel resto d'Europa Londra +1,02%, Francoforte -0,31%, Parigi +0,26%.

Il greggio Usa perde 30 centesimi a 46,75 dollari al barile dopo avere toccato quota 47,47 dollari, il livello più elevato dall'8 settembre.

Gran denaro su Saipem (+6,4%), Tenaris (+6,6%), Eni (+3,8%). Il gruppo del cane a 6 zampe ha raggiunto un accordo strategico con la compagnia di stato algerina Sonatrach, per la realizzazione di progetti di energia rinnovabile in Algeria.