Cna Abruzzo,+13,6% export primo semestre

Cna Abruzzo,+13,6% export primo semestre

Per la prima volta da anni vanno bene anche le produzioni di settori tradizionalmente penalizzati, espressione del mondo delle piccole imprese locali.

L'Abruzzo è la terza regione d'Italia, dopo Molise e Basilicata, per l'export tra gennaio e giugno 2016. Tra i settori, ha aggiunto il Direttore della CNA, Graziano Di Costanzo, si confermano gli eccellenti risultati dei mezzi di trasporto, Sevel ed Honda in primis, che ottengono un incremento di 278 milioni di euro pari al più 16%, e degli apparecchi elettronici caratterizzato da un aumento di 53 milioni di euro, pari al più 73,2% in gran parte ascrivibile al Polo Elettronico dell'Aquila.

Secondo l'indagine, illustrata stamani in conferenza stampa, i dati positivi sono frutto dei buoni risultati conseguiti sia nell'area dell'Unione europea (+11,4% a fronte del 3,1% nazionale) sia nei paesi extra-Ue (+21,6%; Italia -3,9%). I dettagli della nota, della quale si riporta l'intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 13, anche sulle pagine del portale web della Confederazione Nazionale Artigianato e PMI Abruzzo, sul quale e' stata rilanciata la notizia. In termini economici il valore dell'incremento e' pari a cinquecento milioni (da 3.673 milioni di euro a 4.173) e, paragonando la performance all'andamento delle altre regioni, l'Abruzzo si colloca al terzo posto tra le regioni italiane per incremento percentuale. L'area dei prodotti diversi dai mezzi di trasporto e dagli apparecchi elettronici e' composta per la gran parte dai materiali realizzati dalle imprese abruzzesi: buono l'andamento dei prodotti in metallo (+65), degli articoli farmaceutici (+21), degli articoli in pelle (+15), dei prodotti chimici (+9), degli apparecchi elettrici (+7) e degli articoli in gomma (+5) che nel primo semestre 2015 avevano segnato quasi tutti una flessione. Ancora problemi per le piccole imprese, che non riescono a "sfondare" nei mercati esteri senza agganciarsi al trend positivo di questi mesi che potrebbe rilanciare sensibilmente il fatturato di questo genere di aziende.