Bonus 18 anni 2016: app e come richiederlo

Bonus 18 anni 2016: app e come richiederlo

Quella del cosiddetto Bonus da 500 euro a 18 anni è una storia lunga e tormentata che, stando alle recenti dichiarazioni del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini, potrebbe, forse, trovare il suo epilogo il prossimo 15 Settembre, quando dovrebbero diventare operative le procedure per ottenere il Bonus Cultura.

Il bonus si rivolge a circa 570 mila giovani, influendo di 290 milioni di euro sul bilancio dello Stato.

Detto anche Bonus Cultura, è al via il Bonus 500 euro per i 18enni.I neo-diciottenni potranno scegliere di spendere il loro beneficio economico (pari a 500,00€ spendibili in 1anno) in libri, biglietti del cinema o ticket teatrali, ingressi a siti archeologici, mostre o spettacoli.

Si potranno utilizzare questi soldi per l'acquisto di libri scolastici e di lettura, visite alle varie mostre e musei e tutte le aree archeologiche, nonché biglietti per cinema, fiere, concerti e teatri.

18app sarà infatti un grande marketplace dove chi ha ottenuto il bonus cultura potrà effettuare gli acquisti. Il bonus cultura sarà attivo a partire dal 15 settembre. Da ricordare che gli esercenti possono liberamente inserire le proprie proposte per il bonus dedicato ai giovani.

Il lancio della versione beta è previsto per il 15 settembre, ma sarà solo online il sito in questa giornata, dato che per iniziare a fare gli acquisti sarà necessario attendere ancora qualche settimana. Giovedì saranno attivi i siti www.18app.it e www.diciottoapp.it e disponibili le app per Android e iOS.

I 18enni devono registrarsi in primis a dei provider. A quel punto il bonus da 500 euro sarà erogato automaticamente.

Tramite l'app, curata dal Ministero dei Beni Culturali, si avrà una corretta visione dei negozi ed enti partecipanti all'iniziativa.

Se il bonus per i ragazzi che diventeranno maggiorenni nel 2016 fa ancora fatica a decollare una cosa, però, è certa: stando all'ultimo annuncio di Nannicini chi vorrà ottenere gli omaggi culturali dispensati dal Governo dovrà conoscere da vicino tutti i bizantinismi dell'amministrazione pubblica del Belpaese. Per usufruire dei 500 euro ogni neo maggiorenne dovrà dotarsi di SPID (un codice personale rilasciato dall'Agenzia per l'Italia Digitale a cittadini ed imprese che lo richiedono, previo invio della domanda e verifica dell'identità digitale), il sistema pubblico per l'identità digitale.

La card-cultura del valore di 500 euro è destinata a tutti i ragazzi che hanno compiuto 18 anni o li compiranno durante il 2016. E i fondi per promuovere la cultura, almeno per una volta, non sono ripartiti dalla burocrazia ma dalle decisioni di migliaia di giovani.