Anziana milionaria in Svizzera ma a Varese riceve il sussidio

Di questo devono rispondere tre persone denunciate dalla Guardia di finanza di Gallarate (Varese). Dunque l'anziana "non versava in condizioni economiche disagiate". Non solo. Le Fiamme gialle hanno scoperto che aveva anche avviato la procedura per il rientro dei capitali dall'estero, la cosiddetta "voluntary disclosure". E non contenta, la donna, nell'ultimo periodo, avrebbe fatto richiesta per accedere ai fondi di sostegno per l'affitto; contributi che vengono erogati annualmente dalla Regione Lombardia e dal Comune di Gallarate in cui l'anziana risiede. Per i tre e' scattata la segnalazione al competente Istituto nazionale di previdenza sociale, alla Regione Lombardia e al Comune di Gallarate gestore della prestazione agevolata, per il blocco delle erogazioni e "per il recupero degli importi indebitamente percepiti ammontanti ad oltre 100mila euro".

Ora la donna, 80 anni, è stata denunciata per indebita percezione di denaro ai danni dello Stato. Sono state comminate inoltre sanzioni amministrative pari a circa 40 mila euro.