17enne violentata, le amiche filmano la scena

17enne violentata, le amiche filmano la scena

Un ragazzo di origine albanese, conosciuto di vista, trascina la 17enne in bagno e lì avrebbe subito violenza. I fatti su cui sta indagando la magistratura - come riportano i quotidiani locali di Rimini - risalgono a qualche tempo fa e vedono coinvolta una 17enne. Forse una delle sue - a questo punto presunte - amiche deve aver capito quello che le stava facendo quel ragazzo; ma ha anche detto di non essere riuscita a opporre la pur minima resistenza al suo stupratore, come se fosse una "bambola" nelle mani del suo aguzzino. Il filmato adesso è al vaglio degli inquirenti, che stanno raccogliendo diverse testimonianze di chi quella sera si trovava nel locale e potrebbe così dare un aiuto alla ricostruzione dei fatti. Le amiche l'hanno seguita non per proteggerla, ma per registrare tutto e ridere di lei.

Nel video non si vede la vittima in volto ma le immagini mostrano la ragazza completamente inerme, in balia del giovane. Nessuna di loro ha chiamato aiuto anzi il giorno dopo quel video è finito proprio sul cellulare della 17enne. La ragazza ingurgita un bel po' di alcol, anche se ancora non è chiaro se abbia bevuto di sua iniziativa o se sia stato l'altro a convincerla. La donna è sotto choc, e l'unica cosa che può fare è quella di correre dai carabinieri e mostrare quella barbarie che si è consumata sulla pelle di sua figlia. La magistratura di Rimini ha aperto un'inchiesta per violenza sessuale e subito bloccato la diffusione del video. La 17enne, per la verità, tra i pochi flash che ricorda della serata ha detto agli investigatori di aver sentito una voce che le gridava "scappa, scappa". Gli inventigatori stanno ancora interrogando altre minorenni.