Terremoto, nuova forte scossa ad Amatrice

Terremoto, nuova forte scossa ad Amatrice

- ore 15.45 - Nuova scossa alle 14.35 con epicentro ad Amatrice con ulteriori crolli di edifici già compromessi.

Il bilancio delle vittime del terremoto in Centro Italia, purtroppo ancora provvisorio, è di 241 morti.

È salito a 250 il bilancio delle vittime del terremoto che la notte del 24 agosto ha colpito il Centro Italia, spazzando via alcuni dei paesi interessati.

Ad Amatrice e Accumoli, provincia di Rieti (Lazio), il numero maggiore di persone decedute. La scossa è stata per fortuna di breve durata ma è stata avvertita distintamente anche a Roma.

Colonne dei Vigili del Fuoco sono partite questa mattina da Avellino, Benevento e Napoli per dare solidarietà e sostegno alle zone colpite dal sisma. Mentre non si placano le polemiche, si invoca da più parti un cambio di rotta sulla prevenzione antisismica. Le scosse sarebbero state in tutto diciotto in un'ora e mezza. I vigili del fuoco sono riusciti ad arrivare alla piccola intorno alle 20, dopo aver individuato la zona della sua cameretta. La macchina dei soccorsi, però, non era ancora arrivata perché all'inizio sembrava che l'epicentro fosse verso Perugia. "Non esiste una normalità in eventi di questo tipo, ma possiamo dire - ha aggunto - che al momento l'andamento delle repliche rientra in un comportamento consueto, comprese le anche le due scosse più forti registrate a partire dalla mezzanotte". Mentre oggi pomeriggio, alle 18, si riunirà il Consiglio dei Ministri: il governo metterà in campo i primi provvedimenti, a partire dalla dichiarazione di stato di emergenza per le aree colpite e dall'erogazione dei 234 milioni del Fondo per le emergenze nazionali. Sui volti stanchi e disperati dei sopravvissuti, il terrore della terra che ancora trema e delle macerie che ancora continuano a cadere su quelle che poco tempo fa erano le loro case, sbriciolate in pochi secondi. Due minuti dopo, una di magnitudo 3.4 si è verificata tra Accumoli e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Le ricerche sono state interrotte visto che non ci sono più richieste di ritrovamento. Accumoli è completamente inagibile e dichiarata zona rossa.