Stupro a Cava dei Tirreni, 17enne violentato da 4 uomini

Stupro a Cava dei Tirreni, 17enne violentato da 4 uomini

La violenza è avvenuta in un centro di massaggi nei mesi scorsi. Rimasti ignoti altri 2 soggetti che hanno filmato l'accaduto I Carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore hanno eseguito questa mattina una ordinanza applicativa di misure cautelari con custodia in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della procura di Nocera nei confronti di due indagati ritenuti responsabili di violenza sessuale di gruppo, avendo privato la vittima minorenne della libertà personale, provvedendo a videoregistrare quanto stava accadendo e realizzando così riproduzione di materiale pedopornografico. Gli altri due violentatori non sono stati ancora identificati perché il loro volto era nascosto da maschera e parrucca. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. Si tratta di due uomini, entrambi... Nel maggio scorso si era parlato di un centro massaggi a Cava de' Tirreni dove in un blitz i carabinieri trovarono uomini che facevano sesso con prostitute anche minori. L'inchiesta prosegue per identificare gli altri complici ed accertare eventuali episodi analoghi all'interno del centro massaggi.

Un 49enne di Vicenza sarebbe stato arrestato con l'accusa di aver stuprato un 17enne nel Salernitano.

Durante le indagini i carabinieri hanno effettuato perquisizioni, accertamenti tecnici, raccolto testimonianze e - si apprende da fonti investigative - messo insieme una serie di elementi che hanno consentito di ricostruire la vicenda.

Il ragazzo - stando alle prime informazioni - avrebbe subito una serie di avances progressivamente più pesanti fino ad arrivare all'episodio più grave nel quale quattro uomini, due dei quali con maschere e parrucche, hanno abusato di lui a turno dopo averlo legato. Le violenze sono state filmate con un telefonino, presumibilmente, secondo quanto sostenuto dagli investigatori, per ricattarlo in una fase successiva alle violenze.

Dei quattro aguzzini, solamente due sono stati riconosciuti per via delle maschere e delle parrucche indossate per nascondere la propria identità.