Sisma, Fiorello: "Solidarietà? Meglio fare in privato"

Sisma, Fiorello:

Fiorello in una delle sue apparizioni social, ha parlato del sisma che ha colpito il Centro Italia: "Ieri seguire i funerali è stata una cosa drammatica" ha parlato del dolore di sopravvivere ai propri figli e poi si è concentrato sulla solidarietà. Occhio, attenzione: sono stato già invitato ad almeno quattro manifestazioni per raccogliere fondi. "Occhio, a queste manifestazioni che noi dello spettacolo facciamo perché il gioco deve valere la candela".

Fiorello, nel video che ha finora raggiunto circa un milione di visualizzazioni e poco meno di 8.000 condivisioni, prosegue: "Si faranno un sacco di spettacoli pro terremoto, ma bisogna stare attenti". Ci sono le spese, gli affitti, troppi organizzatori e non sai dove finiscono i soldi. "O fanno tutti beneficienza o non vale la pena". E io mi fiderei di più se lo spettacolo venisse organizzato da una onlus, da una associazione affidabile.

Attraverso un video pubblicato sulla sua pagina Facebook riguardante gli eventi post-terremoto, lo showman e conduttore radiotelevisivo ha dichiarato che spesso con questo tipo di manifestazioni i ricavati che vanno effettivamente alle persone interessate sono solo una parte. Vorrei vedere nomi e cognomi, per chiedere alle persone che ricevono questi soldi "che stai facendo?"

E conclude "Io lo so come funziona". Per quanto mi riguarda io preferisco fare "ognuno a modo suo".

"Troppa gente dietro, troppi organizzatori mi fanno paura", ha concluso. Io preferisco fare la mia beneficienza privata, sono fatti miei, nessuno sa niente. Ma questa cosa di dire: 'Tutti amici, andiamo e cantiamo insieme', se dobbiamo dirla tutta, non c'è bisogno di cantare: dai i soldi direttamente e il gioco è fatto...