Roma, ragazza romana muore di meningite Aveva partecipato alla Gmg a Cracovia

Roma, ragazza romana muore di meningite Aveva partecipato alla Gmg a Cracovia

Aveva 19 anni ed era romana la giovane pellegrina stroncata dalla meningite a Vienna, mentre rientrava da Cracovia dove aveva partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù.

I sanitari dell'Ospedale di Vienna suggeriscono di estendere il trattamento di profilassi antibiotica anche per tutti coloro che sono transitati nella Casa Italia, il quartier generale a Cracovia del Servizio pastorale giovanile predisposto dall'organizzazione ecclesiastica CEI.

La giovane, così come tutti gli altri occupanti della corriera, era stata sottoposta alla profilassi per la meningite in Austria dopo la morte della sua coetanea.

Roma, ragazza romana muore di meningite Aveva partecipato alla Gmg a Cracovia
Roma, ragazza romana muore di meningite Aveva partecipato alla Gmg a Cracovia

Sentiamo di raccomandare l'effettuazione della antibiotico-profilassi a tutti i giovani italiani, un esercito di circa 100mila, che sono transitati nella Casa Italia, ma sempre su consiglio del proprio medico curante di fiducia. Sarebbe perciò piuttosto remota l'ipotesi che si tratti di un secondo caso di meningite. La giovane, di rientro dalla Polonia, si trovava a Vienna.

"Nel caso in cui qualcuno - si legge in una nota della Cei- accusasse sintomi quali febbre alta, mal di testa o di gola, problemi di vista o perdita di conoscenza, deve recarsi subito in ospedale, indicando quale potrebbe esserne la causa". A darne notizia è stato un comunicato della Conferenza episcopale italiana. "La Chiesa italiana - sottolinea la Cei - si stringe nel cordoglio attorno ai familiari della ragazza rimasta vittima, a conclusione di un'esperienza che è stata all'insegna della fraternità e della condivisione".