Rcs, Consob: no a sospensione Opas Cairo

Rcs, Consob: no a sospensione Opas Cairo

Nel frattempo Cairo Communication ha reso noti i risultati definitivi della sua offerta: ha raccolto il 48,82% del capitale sociale di Rcs, contro il 37,7% della Opa di Imh. "Riservandosi ogni eventuale ulteriore accertamento - si legge in una nota - la Commissione non ha ritenuto, allo stato, sussistenti i presupposti per la sospensione cautelare dell'offerta Cairo".

La Consob ha deciso di non sospendere l'offerta di Urbano Cairo su Rcs. Cairo ha vinto sui soci storici, che si erano uniti in una cordata con Andrea Bonomi. Ieri, riferendosi alle offerte pubbliche lanciate per il controllo di Rcs, Diego Della Valle aveva annunciato che avrebbe chiesto "a tutte le autorità competenti di essere rassicurato, e con me tutto il mercato - aveva precisato -, sul fatto che tutto si sia svolto nel rispetto delle regole". "Mi auguro che venga analizzato ogni passaggio in modo vigile e dettagliatissimo e, vista l'imminenza delle scadenze della procedura in atto, con la necessaria rapidità - prosegue Della Valle - Solo quando ogni aspetto di questa vicenda sarà veramente chiarito, mi occuperò di come gestire in futuro i miei investimenti in Rcs". Nel mirino, in particolare, potrebbero esserci le modalità di acquisto e di successivo conferimento all'offerta di Cairo di quasi il 4% di Rcs da parte di Equita, tra i consulenti dello stesso editore de La7.

Dopo la decisione della Consob, Rcs balza in territorio positivo a piazza Affari. La mattina del 21 luglio 2016 la International Media Holding ha portato anche a Francesco Greco, numero uno del tribunale milanese, l'esposto sull'Opas di Cairo.