Milano: ragazza violentata in un edificio abbandonato, arrestato 35enne

Milano: ragazza violentata in un edificio abbandonato, arrestato 35enne

All'alba di ieri, domenica 7 agosto, all'estrema periferia nord-est di Milano, si è svolto un grave episodio di violenza sessuale.

L'aggressione è avvenuta intorno alle 5.30 di domenica mattina. Poi l'uomo si è addormentato e - a quel punto - lei è fuggita. Allora lui, che aveva in mano un coccio di bottiglia, con le minacce l'ha costretta a seguirlo nella ex Rsa di via Adriano, un edificio in costruzione abbandonato di cui è rimasto lo "scheletro", ora dormitorio di disperati e senzatetto. Mentre i sanitari la portavano in una clinica specializzata, dove i medici constatavano la violenza sessuale, i carabinieri della stazione di Crescenzago si sono precipitati nella struttura di via Adriano e, grazie alla descrizione della giovane ed anche ad un paio di testimonianze raccolte sul posto, da altri senzatetto che trovano riparo nell'ex Rsa, hanno individuato il 35enne originario del Marocco che dormiva ancora.

Lo stupratore è stato arrestato e portato in caserma: è conosciuto alle forze dell'ordine con numerosi alias e ha precedenti per svariati reati, dagli stupefacenti, alla resistenza, ai furti. Il 35enne poi si è addormentato e la giovane è riuscita a scivolare fuori e a raggiungere a piedi la casa dei genitori, da dove ha chiamato i soccorsi.

La ragazza stava rientrando a casa, probabilmente dopo la notte passata assieme a degli amici, e stando alla prima ricostituzione il suo aggressore si trovava nei paraggi perché, proprio nell'edificio dismesso di via Adriano, ogni tanto trovava dimora. L'uomo è stato recluso nel carcere di San Vittore. Lì, secondo l'indagine affidata al pm Paolo Filippini del tribunale di Milano, l'ha violentata.