Meningite stronca ragazza romana di rientro da Gmg

Meningite stronca ragazza romana di rientro da Gmg

A dare la drammatica notizia è la Cei, che spiega che la ragazza è deceduta durante il viaggio di rientro da Cracovia dove aveva partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù.

Una ragazza di una parrocchia romana è morta oggi a Vienna per meningite. Per questo motivo l'ospedale di Vienna, a livello cautelativo, invita coloro che abbiano visitato la struttura ad effettuare lo stesso trattamento di profilassi. Il pullman sul quale viaggiava è stato infatti "scortato" all'ospedale Santa Maria di Misericordia e la ragazza è stata ricoverata per tutti gli accertamenti del caso. Sarebbe perciò piuttosto remota l'ipotesi che si tratti di un secondo caso di meningite. Ad annunciarlo è la Conferenza episcopale italiana. Secondo quanto si è appreso da fonti ospedaliere la giovane, che ha lamentato febbre e mal di testa, potrebbe accusare soltanto una forte stanchezza causata dal viaggio e dallo stress.

Tutti i giovani padovani che hanno dormito a Casa Italia, come anche i compagni di altre regioni, sono stati invitati a sottoporsi alla profilassi necessaria: ovvero l'assunzione di una compressa di Ciprofloxacina da 500 milligrammi da farsi prescrivere dal proprio medico di base senza perdere tempo. La Chiesa italiana si stringe nel cordoglio attorno ai familiari della ragazza rimasta vittima, a conclusione di un'esperienza che e' stata all'insegna della fraternita' e della condivisione. Sono arrivati in aereo ma anche con altri mezzi, spesso facendo tappa in altre città prima del raduno con il Papa Francesco.