Istat, fatturato dei servizi secondo trimestre 2016: più 1%

Istat, fatturato dei servizi secondo trimestre 2016: più 1%

La nuova lettura relativa al secondo trimestre sarà diffusa dall'Istat il 2 settembre.

"Il dato sul fatturato dei servizi nel secondo trimestre dell'anno, diffuso oggi dall'Istat, è incoraggiante e promette per lo stesso periodo una crescita economica di segno positivo, non una crescita zero".

A conti fatti, su base annua il Pil greco risulta in contrazione dello 0,9% nel trimestre, contro il -0,7% della stima flash.

Segnali particolarmente positivi sono arrivati per il trasporto aereo (+3%), per i Servizi postali e Attività di corriere (+1,9%), per la Manutenzione e riparazione di autoveicoli (+1,3%), per i Servizi di informazione e comunicazione (+0,6%) e per il Commercio all'ingrosso (+0,2%).

Meno ottimiste le associazioni dei consumatori. Federconsumatori e Adusbef considerano quello sulle vendite di giugno 'un dato ancora lontano dalla realta'. In particolare, per gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, le vendite diminuiscono per gli ipermercati (-0,3%), mentre aumentano per le altre tipologie distributive: +0,1% per i supermercati e +1,3% per i discount. Con i dati di giugno l'Istituto di statistica fa il punto sulla media del trimestre aprile-giugno, durante il quale l'indice complessivo delle vendite al dettaglio in valore e in volume registra un rialzo congiunturale dello 0,1%.

Come anticipato, anche le vendite al dettaglio hanno riportato una crescita.

Il fatturato nominale dei servizi, salito dell'1% t/t nel secondo trimestre dell'anno, evidenziando un forte sostegno soprattutto dai servizi legati all'attività delle imprese e delle prime fasi di commercializzazione.