Commerciante muore dopo lite con turisti

Commerciante muore dopo lite con turisti

Pare che l'uomo abbia avuto un acceso diverbio con due turisti russi, li avrebbe inseguiti e sarebbe caduto due volte riportando delle ferite mortali.

Secondo quanto è stato ricostruito finora, tutto è accaduto nella serata di ieri a Rimini.

Rimini piange la scomparsa di Serafino Sammarini, 74enne titolare di una profumeria in viale Regina Margherita.

Si cerca una coppia di turisti. La Polizia, immediatamente dopo i fatti, ha sentito un testimone che ha raccontato di come l'alterco tra i due turisti e il negoziante fosse degenerato.

Attirato dalle urla, entra nel negozio anche il compagno della turista. Sarà l'autopsia a definire le cause ed i particolari della morte.

A un dato punto, visto che l'atteggiamento dei due continuava ad essere quanto meno inopportuno, la moglie gli ha chiesto di smettere invitandoli ad uscire.

Non contento della caduta, il 74enne si sarebbe rialzato inseguendo la coppia che si stava allontanando continuando a litigare, finendo nuovamente a terra .Sul posto è imemdiatamente intervenuta un'ambulanza che ha soccorso l'anziano, morto poco dopo in ospedale. Per le cause del decesso bisognerà aspettare l'autopsia di mercoledì che chiarirà se si è trattato di infarto o trauma cranico.

La Questura, intanto, sta controllando gli hotel della zona per identificare la coppia dell'Est della quale possiede alcune foto estrapolate dalle videocamere di sorveglianza.

La Procura di Rimini ha aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale dopo la morte del commerciante.

I ricercati corrispondono a questi connotati: un uomo, di corporatura robusta con capelli corti brizzolati, indossava una polo arancione ed un paio di bermuda chiari con un bastone, forse claudicante; una donna di corporatura normale, capelli castani a caschetto, che indossava un vestito rosa/fucsia con le spalle scoperte e, forse, borsetta bianca piccola a tracolla.