Atlante 2 raggiunge soglia per avvio operatività con raccolta 1715 mld

Atlante 2 raggiunge soglia per avvio operatività con raccolta 1715 mld

Il fondo ha comunicato di essere diventato operativo dopo aver raggiunto la soglia minima di raccolta, con adesioni da "diverse istituzioni finanziarie italiane" per 1,75 miliardi di euro. L'obiettivo, dopo il primo closing, è di arrivare a 3-3,5 miliardi entro il termine ultimo di sottoscrizione fisssato al 31 luglio 2017. I principali azionisti di Quaestio SGR sono: Fondazione Cariplo (37,65%), Locke Srl detenuta dal fondatore Alessandro Penati e dal management (22%), Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti (18%), Direzione Generale Opere Don Bosco (15,6%) e Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì (6,75%).Il Consiglio di Amministrazione è composto da: Alessandro Penati (Presidente), Paolo Petrignani (Amministratore Delegato), Filippo Cicognani, Diego Buono, Matteo Campellone, Claudio Marangio e Francesco Ceci.

Tra i soggetti che hanno già aderito vi è Atlante 1 con "una parte rilevante delle sue disponibiloità residue", spiega una fonte vicina alla situazione, aggiungendo che non tutti i soggetti che hanno esplictato il loro impegno in Atlante 2 lo hanno a oggi formalizzato. Atlante II e' un Fondo alternativo mobiliare chiuso riservato ad investitori professionali e che, a differenza di Atlante, puo' investire unicamente in npl e strumenti collegati ad operazioni in npl (come per esempio warrant) al fine di ridurre il rischio in linea con i parametri in uso presso i maggiori investitori istituzionali del mondo.

Nasce Atlante 2, il fondo che si occuperà dei non performing loans (i crediti deteriorati) di Monte dei Paschi di Siena e di altre banche italiane, con l'obiettivo di rilevarli a prezzi più alti di quelli che circolano sul mercato senza rimetterci i soldi dei suoi sottoscrittori.