56enne di Rosarno uccide la ex compagna

56enne di Rosarno uccide la ex compagna

Entrambi avevano inoltre dei precedenti: Berlingeri, ritenuto vicino al clan calabrese degli "Zingari", ha alle spalle condanne per traffico di droga e violenze, mentre la Aparo nel 1989 è stata accusata di aver aggredito con un coltello una giovane che aveva mostrato interesse per il suo fidanzato. Grazie alla segnalazione di alcuni residenti della zona, che hanno visto fuggire a gran velocità una Matiz grigia dal parcheggio dell'aggressione, i carabinieri hanno predisposto posti di blocco nelle province di Milano, Monza e Varese. La donna, a quanto si apprende, è stata raggiunta da due colpi di pistola al torace sparati da un uomo che l'ha sorpresa in un parcheggio di via Gramsci a Seregno (Monza).

È stato arrestato poco ieri sera l'uomo ritenuto responsabile del ferimento mortale della sua ex compagna a Seregno. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, il fascicolo è coordinato dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Monza Alessandro Pepé, il 56enne è stato in cura per problemi psichiatrici presso il Cps dell'ospedale di Seregno.

Carmela Aparo è arrivata all'ospedale San Gerardo di Monza in condizioni critiche la sera del 29 agosto ed è morta poco dopo il ricovero. Un aspetto su cui gli investigatori stanno facendo accertamenti. E' deceduta due ore dopo il ricovero. Sulla sua auto è stata trovata dai carabinieri l'arma del delitto, un revolver, e un'accetta.