Branco filma lo stupro di un ragazzo di 17 anni: due arresti

Branco filma lo stupro di un ragazzo di 17 anni: due arresti

La violenza è avvenuta in un centro di massaggi nei mesi scorsi. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.

Il minorenne è stato legato e costretto a subire atti sessuali. Ed è stata infatti proprio la madre a rivestire un ruolo determinante nell'inchiesta, riuscendo con la sua intuizione a portare a galla l'inferno che si celava all'interno di quel centro massaggi e a convincere il figlio a raccontare tutto ai carabinieri. Le persone finite in manette sono accusate di violenza sessuale di gruppo e pedopornografia.

Uno dei due arrestati, Giuseppe Alfieri, era anche il titolare del Centro massaggi dov'è avvenuto il misfatti, che a quanto pare inizialmente ha coinvolto anche un compagno del violentato, che non ha voluto però sporgere denuncia. L'indagine, arrivata al centro partendo da un meccanismo di annunci e richiami riservati diffusi lungo canali strettamente riservati, resta alle prime battute.

Un 49enne di Vicenza sarebbe stato arrestato con l'accusa di aver stuprato un 17enne nel Salernitano.

Durante le indagini i carabinieri hanno eseguito perquisizioni, accertamenti tecnici, raccolto testimonianze per ricostruire la vicenda. Il ragazzo - stando a quanto si sa - avrebbe subito una serie di avances progressivamente più pesanti fino ad arrivare all'episodio più grave nel quale quattro uomini, due dei quali con maschere e parrucche, hanno abusato di lui a turno dopo averlo legato.

Pare che la violenza sia stata ripresa con un telefonino, gli inquirenti suppongono per poterlo successivamente ricattare.

Dei quattro aguzzini, solamente due sono stati riconosciuti per via delle maschere e delle parrucche indossate per nascondere la propria identità.