Bergoglio: silenzio e preghiera ad Auschwitz

Bergoglio: silenzio e preghiera ad Auschwitz

Poi, giunto davanti al Blocco 11 di Auschwitz, il cosiddetto "Blocco della morte", dove si trova anche la cella in cui fu ucciso san Massimiliano Kolbe, il Papa ha baciato una delle colonne all'ingresso.Francesco ha poi incontrato, all'interno del campo di concentramento, un gruppo di sopravvissuti alla Shoah. Proprio il santo, nella cella sotterranea dove era stato "murato", aveva inciso, graffiando, una croce su una parete. Mani giunte, a tratti anche con il capo chino e gli occhi chiusi, ha iniziato a pregare da solo in silenzio per diversi minuti.

Papa Francesco è arrivato ad Auschwitz in completa solitudine a piedi. Uno di loro ha regalato al papa una candela con la quale il pontefice ha acceso una lampada davanti al cosiddetto "muro della fucilazione".

Il Papa ad Auschwitz incontra gli ebrei sopravvissuti
Bergoglio: silenzio e preghiera ad Auschwitz

9.40 Papa Francesco nel campo di concentramento di Auschwitz si è seduto su una panchina all'esterno. Francesco, poi raggiunto dal seguito, è salito su un veicolo per giungere alle camerate dove erano detenuti i prigionieri.

Francesco si è raccolto in preghiera in questo luogo della Polonia dove trovò la morte padre Kolbe che si offrì destinato alla morte in cambio di un padre di famiglia. Secondo quanto annunciato precedentemente dallo stesso pontefice questa visita si svolgerà con un momento di silenzio.