App Store anti-competitivo? Ecco la risposta piccata di Apple a Spotify

App Store anti-competitivo? Ecco la risposta piccata di Apple a Spotify

In una lettera inviata da uno dei migliori avvocati di Apple, la società di Cupertino accusa la piattaforma di streaming musicale Spotify di aver chiesto trattamenti speciali e di non aver aggiornato la sua app basandosi su voci e mezze verità. Anzi: Sewell riferisce che "La piattaforma di Apple ha generato centinaia di milioni di dollari di ricavi per Spotify, mentre è la app di Spotify attualmente nell'App Store a violare le nostre linee guida". Quando Jay Z nel maggio 2015 sborsò 56 milioni di euro per mettere le mani su questo giocattolo, nessuno si sarebbe aspettato che dopo pochi mesi avrebbe convinto Madonna e Kanye West a partecipare al progetto, promettendo condivisione degli introiti a medio termine.

"Non c'è dubbio alcuno sul fatto che Spotify abbia beneficiato enormemente dalla sua associazione con l'App Store di Apple".

Il Wall Street Journal, nel riportare le indiscrezioni, ha precisato che le aziende si troverebbero ancora alle fasi preliminari di un potenziale accordo che, peraltro, potrebbe anche non essere raggiunto: il quotidiano newyorkese sottolinea come i manager di alto livello delle due aziende non si siano ancora confrontati.

Spotify ha distribuito copie della lettera ad una parte del personale del Congresso a Washington: il senatore Elizabeth Warren ha criticato Apple, Amazon e Google per quello che lei chiama pratiche anticoncorrenziali. Lo scorso autunno, Spotify ha iniziato una campagna promozionale che offre ai nuovi abbonati la possibilità di ottenere tre mesi di servizio per $ 0.99 - se pagano tramite il sito di Spotify.

Apple propone di semplificare il meccanismo di pagamento dei diritti musicali
Apple propone di semplificare il meccanismo di pagamento dei diritti musicali

"La feature è stata introdotta solo con l'obiettivo di aggirare il pagamento nei confronti di Apple per l'uso di App Store, inviando un'email agli utenti e indirizzandoli ad abbonarsi su Spotify attraverso il sito web", scrive l'avvocato di Apple.

"Nessuna violazione delle leggi antitrust".

Al momento la disputa si è chiusa con la risposta di Apple: vedremo nei prossimi giorni se Spotify sceglierà di proseguire nelle accuse e deciderà per una mossa drastica quale quella di uscire dall'App Store.