Addio ad Anna Marchesini: ricordiamola con i suoi ruoli più importanti

Addio ad Anna Marchesini: ricordiamola con i suoi ruoli più importanti

Un curriculum di tutto rispetto quello della Marchesini, che per quarant'anni si è destreggiata con grazia e maestria tra teatro e televisione, appassionando il pubblico con tutti i suoi mille personaggi.

La sua figura resterà indelebilmente legata al trio con Massimo Lopez e Tullio Solenghi, oggi 30 luglio 2016 Anna Marchesini è morta. "Grazie a tutti, Non sarà in grado di rispondervi".

Ci mancherà il suo sorriso, la sua sana comicità e quell'ironia sottile ed elegante diventata ormai merce rara nello spettacolo italiano. L'artista ha espresso il desiderio di essere cremata e che le sue ceneri siano conservate all'accademia d'Arte drammatica Silvio d'Amico, dove entrò nel 1976. e ne esco nel 1979 Diplomata Attrice di Prosa."Ho già adocchiato una vetrinetta in sala riunioni con un piccolo cofanetto verde di porcellana, credo - scriveva così nella sua pagine ufficiale - Ritengo sia ideale per contenere le mie ceneri". Nel 1991 ci fu un nuovo spettacolo teatrale "In principio era il Trio", altro biglietto d'oro ma nel 1994 Massimo Lopez sceglie la carriera da solita e scioglie ufficialmente il trio. "Ma ora penso soprattutto alla persona che è stata". La sua ultima comparsa in tv è stata nel programma "Che tempo che fa" di Fabio Fazio il quale, durante l'intervista, ha parlato con lei in maniera spontanea della malattia che l'ha colpita, l'artrite reumatoide. Come dimenticare la parodia del dramma manzoniano dei Promessi Sposi trasmesso su Rai 1 nel 1990? Chi non ricorda - tanto per citarne uno tra tanti - il motto caratteristico dell'impacciata signora Carlo: "Che siccome che sono cecata"? "Profondo cordoglio alla famiglia di Anna Marchesini per la triste notizia della morte di una concittadina così importante, che ha dato lustro alla nostra città": a dirlo è il sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani.