Roma come Gomorra: 29 arresti per droga a Tor Bella Monaca

Roma come Gomorra: 29 arresti per droga a Tor Bella Monaca

Roma, 15 giu. (askanews) - Momenti di tensione oggi, durante la puntata di Agorà, su Raitre. Sara Mariani, inviata del programma in collegamento dal quartiere di Roma Tor Bella Monaca (dove martedì un'operazione di polizia ha portato all'arresto di 29 persone), è stata costretta in diretta a spegnere il microfono e la telecamera. Qui, in via San Biagio Platani, tra le torri di Tor Bella Monaca, la cocaina si poteva comprare 24 ore al giorno, tutti i giorni, e lo scambio di droga e denaro avveniva alla luce del sole, anche di fronte ai bambini che giocavano nei cortili o in mezzo alla via. La banda utilizzava giovani e giovanissimi come "vedette", in costante contatto telefonico con gli spacciatori, per avvisarli dell'arrivo delle forze dell'ordine. Più tardi, riaccese gli apparecchi al sicuro, dentro la sua macchina fareà sapere che il ragazzo in questione le aveva detto "Vattene o ti uccidiamo". Accertato anche un episodio di estorsione nei confronti di una guardia giurata che, non avendo la possibilità di pagare la cocaina acquistata, è stata costretta a cedere al gruppo criminale due pistole.

Roma come Gomorra: 29 arresti per droga a Tor Bella Monaca
Roma come Gomorra: 29 arresti per droga a Tor Bella Monaca

Qualche minuto dopo l'inviata ha raggiunto una caserma dei Carabinieri: "L'uomo che l'ha minacciata verrà sicuramente identificato", hanno assicurato i militari.