Belgio, polizia in allerta per arrivo militanti Stato islamico

Belgio, polizia in allerta per arrivo militanti Stato islamico

Allarme terrorismo lanciato poco fa dalle forze di polizia francesi, che hanno allertato i colleghi dell'Antiterrorismo per il serio e concreto rischio di nuovi attacchi dell'Isis in Belgio e in Francia.

Lo riferisce una fonte della sicurezza. A lanciarlo la polizia belga anche se le autorità di Parigi rimangono 'molto caute'.

Secondo il quotidiano belga La Derniere Heure, il gruppo "ha lasciato la Siria una settimana e mezzo fa per raggiungere l'Europa attraverso la Turchia e la Grecia via mare senza passaporti".

L'allerta arriva due giorni dopo l'assassinio di una coppia di poliziotti francesi per mano di un presunto militante dello Stato islamico e dopo la strage in un locale gay di Orlando, in Florida.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Non è segnalata la data di partenza.

Tra i luoghi dove i terroristi potrebbero colpire, ci sono fast food, ristoranti, esercizi commerciali, stazioni di polizia. I jihadisti proverrebbero dalla Siria e sarebbero armati, pronti a dividersi in due unità, una delle quali colpirà in Belgio ed una in Francia. L'allerta terrorismo resta al momento al livello tre, come confermato da un portavoce del centro di crisi belga, Ocam: "Siamo ancora a livello tre, il che vuol dire che si tratta di una minaccia grave". "Non permetterò che si parli del benché minimo errore, né di mancanza di discernimento - ha affermato il capo del governo - E' sempre un fallimento quando due pubblici ufficiali vengono assassinati così".

Sul fatto e sulla generica necessità della lotta ai terroristi si è espresso il premier francese, Manuel Valls, il quale ha sostenuto che il terrorismo è "una minaccia globale" contro il quale "dovremo combattere per una generazione". Tuttavia, la sicurezza è già stata rinforzata in tutti questi obiettivi.