Ballottaggio Torino 2016, Risultati: Sindaco Appendino

Ballottaggio Torino 2016, Risultati: Sindaco Appendino

La grillina è il nuovo sindaco di Torino con il 55% circa di voti. Interessante il fatto che rispetto al dato nazionale, 36,4%, c'è un miglioramento di 5 punti percentuali, ma non solo c'è anche un miglioramento di due punti percentuali rispetto al dato della prima tornata. Stuzzicata da Fassino sulle coperture, Appendino assicura che la proposta presentata in Parlamento le garantisce. Stasera si chiude, lei con una bicchierata ancora in piazza Vittorio come alla vigilia del primo turno. I sondaggi attribuivano alla compagine di Airaudo il 7%, le urne hanno offerto poco più della metà. Stretta fra due ali di folla festante, la Appendino ha raggiunto un piccolo palco che si trovava nella piazza per rivolgersi ai suoi sostenitori. Apriti cielo. Fassino si è difeso dalla critica di aver creato una città non-inclusiva e di aver negato la crisi, definendo quella cifra "un'invenzione".

Di Battista (M5s): chi si astiene dal voto alleato del sistema.

Al primo turno l'esponente dem - sostenuto da una coalizione che oltre al Partito democratico comprende i Moderati, la Lista civica per Fassino e la lista Sinistra per la città - ha ottenuto il 41,83% dei voti, mentre per la sfidante pentastellata i consensi ammontano al 30,92%. La cui partita si gioca su altri tavoli.

I cittadini che oggi sono chiamati al voto per eleggere al ballottaggio il sono 8.610.142, distribuiti in 126 comuni, di cui sei capoluogo di regione (Roma, Milano, Torino, Napoli, Bologna e Trieste) e 14 di provincia (Benevento, Brindisi, Carbonia, Caserta, Crotone, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Olbia, Pordenone, Ravenna, Savona e Varese). Nosiglia che ha spesso parlato di "due città" nella città. Riceviamo l'eredità di coloro che prima di noi hanno costruito tutto ciò che ci circonda. Leggere per credere. Qui quello di Appendino, qui quello di Fassino. E come devo sta', rilassateve pure voi però.

Se non vi provvederà lui, ci penserà la sua minoranza interna che partirà all'attacco già venerdì in Direzione (sebbene D'Alema abbia dichiarato al seggio di essersi regolato secondo le indicazioni del partito, votando Roberto Giachetti). Ma le periferie, dove gli indicatori economici risultano drammatici, sono state trascurate. A Torino la lettura dominante del tripudio pentastellato parte proprio da qua. Poi rilancia verso il referendum costituzionale, come occasione per "scommettere in modo ragionato e organizzato sul caos", per cercare segni di rottura al di là dei significati simbolici della difesa della Costituzione del '48. "Del resto anche secondo i sondaggi clandestini che trasformano i candidati in cavalli, Fan Grissin ha registrato l'arrivo al traguardo in 45", al di sotto dela sua media, seguito da Igor Cintre, che ha chiuso in 26,5".

Riconoscimento dei diritti Lgbt e lotta alle discriminazioni. Diventano realtà concreta nella costruzione di spazi pubblici non statali, nella sottrazione al controllo e alla militarizzazione di spicchi di territorio, nel fare che emancipa dalla soggezione all'istituito. "E' una sconfitta che mi appartiene". Perché la nostra è la città industriale per eccellenza.