Zucchero: "Vi presento la mia canzone con Bono sul Bataclan"

Zucchero:

Black Cat uscirà domani 30 aprile in tutto il mondo ed è un album da non perdere, non foss'altro perché Zucchero Fornaciari è un vero professionista che ha dato un contributo significativo alla musica moderna italiana e non solo. L'album, che a detta del presidente della Universal Alessandro Massara è una delle uscite più importanti sotto la sua direzione, è stato realizzato in un interessante mix tra analogico e digitale: suoni che Zucchero ha ricercato pensando alle piantagioni di cotone del sud degli Usa, ai suoni delle catene degli schiavi e a tutto l'immaginario nero dei primi anni del '900.

La produzione artistica dei brani che compongono il disco è a firma di tre grandi nomi del panorama internazionale: T Bone Burnett (Elvis Costello, Elton John, Tony Bennett ), Brendan O'Brien (Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan ) e Don Was (The Rolling Stones, Iggy Pop, Bob Dylan).

Mr. Fornaciari nel corso della sua luminosa carriera.

Se è assolutamente logico, visto il grande successo che Zucchero riscuote all'estero e la previsione di un lungo tour mondiale a partire dal prossimo settembre che dall'Arena di Verona lo porterà a Londra, Parigi, in varie città d'Europa e persino in Giappone, che siano state prodotte diverse edizioni dello stesso album, trovo invece più curioso che siano stati scelti due diversi singoli per promuovere il nuovo disco Black Cat: da noi, come accennavo prima, la scelta è caduta sull'uptempo Il Partigiano Reggiano, mentre per il mercato internazionale invece è stato selezionato il più melodico Voci. E' andato oltre, riuscendo a dimostrare che, in fondo, Il Delta del Po ed il Delta del Missisipi non sono poi così lontani. Ci sarà sempre qualcuno che dirà che anche i partigiani hanno sbagliato, ma in guerra non si vendono noccioline. Con quelle colte contaminazioni e quella voce capace di dare la carica così come di emozionare, intatta e felicemente sofferta e goliardica su testi a volte rapidi a volte profondi, attorno alla quale ruotano strumenti che respirano e cervelli veri, mani e pensieri, ma anche cappelli e tube, e nastri analogici sui quali è stata portata parte del lavoro (soprattutto i lenti), fino a incendiare le nostre fortunate percezioni. Ho un ricordo romantico di quello che sentivo da mia nonna.

"Black Cat " può vantare il brano "Streets Of Surrender (S.O.S.)", scritto con Bono e ispirato alla tragedia del Bataclan. Ho aspettato 2 mesi e subito dopo gli attentati di Parigi mi ha chiamato per dirmi che era molto scosso e che voleva focalizzarsi su quello. 13 Buone Ragioni (Don Was), 3. Ti Voglio Sposare (Brendan O'Brien), 4.

"Nel frattempo io, che ormai pensavo che se ne fosse dimenticato, ho fatto un testo in italiano che è diventato "Ci si arrende". Mark Knopfler 5. Ten More Days 6. Fatti Di Sogni (Brendan O'Brien), 9.