Roma, Spalletti: "Strootman titolare contro il Genoa"

Roma, Spalletti:

La Roma riabbraccia Kevin Strootman, che dopo un lunghissimo calvario torna titolare in campionato dopo 16 mesi d'agonia. Un campionato eccezionale ha fatto questa squadra, ha ribaltato numeri che conoscete, gol fatti, subiti, i punti presi al Napoli, all'Inter, alla Fiorentina. Una grande occasione per King Kevin che proverà a dimostrare affidabilità e sicurezza in vista della prossima stagione. L'alternativa è Vainqueur, dato che il jolly Florenzi è ancora acciaccato e verrà rimpiazzato in difesa da Maicon, mentre Iago Falque ha rimediato un affaticamento al flessore e ieri non si è allenato. È stato anche ricoverato. Keita ha avuto un fastidio alla caviglia, il gonfiore persiste ed è da valutare. Uçan ha avuto una infezione alle vie respiratorie ma ora sta bene. Tutti gli anni dal Genoa escono grandissimi calciatori. Tutti sanno che la mette sul piano della sull'intensità e sulla forza fisica. Sarà una partita difficile. "Andiamo li ben convinti", ha aggiunto il tecnico giallorosso.

Roma a trazione anteriore.

Quando metto una squadra in campo la penso offensiva, non penso a un numero di giocatori offensivi, chiunque di noi può andare oltre le linee avversarie. A Dzeko ho già detto quello che dovevo dire, deve essere bravo a sfruttare quello che gli viene messo a disposizione. "Come ho detto precedentemente, deve farci vedere quelle che sono le sue qualità".

Strootman. "Strootman gioca titolare". Ci sono svantaggi e vantaggi, come in tutte le cose. La chiosa è sulla favola Leicester e sulla Juventus: "Il Leicester è il bello di questo sport, sono successi che danno aperture importanti a chi fa questo lavoro". Noi, con Ranieri dentro, siamo particolarmente affezionati... "Dateci la Curva e vi faccio vedere cosa si riesce a fare, per proporre gioco di qualità estrema serve un clima carico di entusiasmo, di cori e di partecipazione emotiva". Evidenziano grande correttezza, grandi intenzioni di mettere in pratica la voglia di raggiungere risultati. È un punto di forza per la nostra squadra. "Poi il mio pensiero non serve, sono coerente con quanto datto e lo sarò sempre". Io fin dal primo momento ho detto sempre le stesse cose, non mi riguarda. In dubbio, per la medesima ragione, Ansaldi e Rigoni, con Fiamozzi e Gabriel Silva che si contendono un posto nello scacchiere rossoblu. La Roma non si aspetta regali dal Genoa: "Su quel campo lì i giocatori danno il meglio". Possiamo migliorare ma siamo già a buon punto.

SU CASTAN - "Lui ha fatto vedere dei passi in avanti importantissimi nell'ultimo periodo". Per lui era fondamentale ritrovare la situazione reale, e quando lo chiamai titolare non fu così pronto. Pensavo che quella partita lì fosse quella ideale e non è stato così pronto. Il calcio è cambiato, soprattutto per gli accordi sulle contrattualità ed esclusive TV si giocherebbe anche a mezzanotte, più giusto fare giocare i due match in contemporenea. È chiaro che andrebbe fatto giocare un po' per fargli crescere autostima, secondo me può giocare anche a destra. Spalletti sa che non sarà una partita facile, ma vuole la vittoria. Hanno fatto un campionato eccezionale, hanno ribaltato dei numeri.