Borsa, le banche tentano il rimbalzo con Mps +4%

Borsa, le banche tentano il rimbalzo con Mps +4%

Accelerazione ribassista per il titolo Finmeccanica (Leonardo-Finmeccanica) dopo un primo trimestre complessivamente debole, e per certe linee di business inferiore alle attese.

La Commissione prevede che la crescita dell'eurozona resterà moderata per l'intero periodo 2015-2017 con un peggioramento del Pil, che per il 2016 scende a +1,6% dal +1,7% delle stime di febbraio.

A Piazza Affari Mps +4,03% è il miglior titolo nel giorno dell'approvazione dei conti. Pesante invece quello del Banco Popolare: -7,3%. In rosso Eni (-2,87%). Stavolta, però, Piazza Affari è andata meno peggio degli altri listini: il Ftse Mib ha ceduto lo 0,17% a 17.935 punti e l'All Share lo 0,11% a 19.611.

Di più: come si poteva sperare in un intervento degli investitori istituzionali con una forchetta larga "appena" quanto quella proposta (0,1-3 euro)? CARIGE oltre il 6%. La notizia del mancato ok di Borsa Italiana alla quotazione sul mercato di Popolare di Vicenza ha fatto tornare i timori sulla solidità del comparto bancario italiano dato che il fondo Atlante è stato costretto a sottoscrivere praticamente quasi tutto l'aumento di capitale della banca vicentina. Hong Kong (-1,12%) e Shanghai (+1,61%) ancora aperte insieme a Mumbai (+0,48%). In evidenza anche UniCredit che mostra un rimbalzo del 2,50%. Un trader dice che l'Ebita è inferiore alle previsioni di un 8%. Tra le principali Borse europee, apre soprà la parità Francoforte, che vanta un progresso dello 0,42%, e anche Parigi registra una plusvalenza dello 0,29%.

Ed infine contrastato il risparmio gestito, sale Banca Mediolanum (+1,32%), stabile Finecobank (-0,14%), mentre perdono maggiormente Anima Holding (-0,57%) ed Azimut (-1,73%). Giù anche Telecom (-0,47%), mentre salgono Saipem (+0,81%), Fca (+0,63%) poco mossa dall'atteso accordo con Google per l'auto senza pilota. (+1,74%) e soprattutto B.Popolare (+4,05%). L'indice Ftse Mib resta in buon rialzo e guadagna il 3,37%.