Alfa Romeo Giulia, prezzi e numeri della berlina italiana

Alfa Romeo Giulia, prezzi e numeri della berlina italiana

Domani, 3 maggio, sarà possibile iniziare ad ordinare la nuova berlina del Biscione presso le concessionarie italiane Alfa Romeo. Oltre a queste due motorizzazioni la regina della gamma sarà l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con il 2.9 Turbo benzina da 510 cavalli: in questo caso i prezzi partiranno dai 79 mila euro della sei marce manuale che sarà seguita, a partire da giugno, da una versione con cambio automatico a otto rapporti. L'auto sarà disponibile in cinque allestimenti: Giulia, Super, Quadrifoglio, Business e Business Sport. Le versioni Super 2.2 Diesel 150 e 180 C sono proposte a 40.500 euro.

Dotazioni dell'entry level Tra le dotazioni standard dell'entry-level "Giulia" spiccano i sistemi di sicurezza attiva quali il Forward Collision Warning (FCW) con Autonomous Emergency Brake (AEB) e riconoscimento pedone, il sistema frenante IBS (Integrated Brake System), il Lane Departure Warning (LDW) e il cruise control.

La nuova Giulia è l'espressione più autentica di Alfa Romeo, con un design distintamente italiano, motori prestazionali e innovativi, perfetta distribuzione dei pesi (50/50) con uno straordinario rapporto peso/potenza, soluzioni tecniche uniche e la trazione posteriore, che assicura prestazioni elevate, grandi emozioni e divertimento. Il cambio automatico prevede un supplemento di 2.500 euro. Si tratta dello stesso sistema montato, di serie, solo dalla Giulia Quadrifoglio, la versione top di gamma della berlina. "Sulla versione Business Sport i cerchi sono da 17", i sedili in pelle e tessuto, il volante sportivo in pelle.

Alfa Romeo Giulia assume finalmente i connotati definitivi. A migliorare le prestazioni dinamiche pensano il sistema Active Aero Splitter, l'impianto frenante dedicato, il selettore DNA Pro con modalità Race che dialoga con il sistema CDC (Chassis Domain Control) e il Torque Vectoring. "La versione Super aggiunge caratterizzazioni interne ed esterne esclusive quali sedili con rivestimenti in pelle e tessuto, sensori di parcheggio posteriori, cerchi in lega da 17" e sistema infotainment Alfa TM Connect 6,5" RadioNav DAB che include il navigatore. "La prima offre cerchi da 16", navigatore con schermo da 6,5", sensori di parcheggio posteriori e regolazione elettrica per gli specchietti. Di serie anche fari bi-xeno, sensori di parcheggio anteriori e posteriori e retrocamera. Sportiva anche la pedaliera, con battitacco in alluminio, e pinze dei freni nere.

Ovviamente ogni allestimento è personalizzabile con un'ampia serie di optional, 'raggruppati' anche in pacchetti, ben nove: Sport, Sport Plus, Driver Assistance, Driver Assistance Plus, Lighting, Convenience, Convenience Quadrifoglio, Sound Theatre e Climate Upgrade. I due motori, secondo quanto dichiarato, percorrono circa 25 chilometri con un litro di gasolio e producono in media 109 g/km di anidride carbonica, valori molto contenuti per la tipologia di automobile e per il segmento d'appartenenza: la Giulia misura in lunghezza 464 cm e si inserisce nella stessa fascia di mercato occupata dalle Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C. Al 2.2 diesel si affiancherà presto un 2.0 a benzina, turbo, disponibile nelle varianti da 200 CV e 280 CV.