Tesla Model S, svelato il restyling della berlina elettrica californiana

Anche per Model S sarà ora selezionabile come optional il filtro abitacolo Bioweapon Defense Mode, anch'esso introdotto con la Model X, oltre a un nuovo caricatore (per i modelli americani) di maggiore potenza. Sotto il profilo estetico la vettura si propone con un nuovo muso, mentre la dotazione tecnologica si è ulteriormente arricchita e modernizzata. E invece la Tesla Model S è sulla piazza già da quattro anni (un po' meno in Europa), che per canoni odierni bastano e avanzano per far scattare il timer del restyling.

Gli interni della Model S si aggiornano con l'introduzione di nuovi sedili anteriore riscaldati e ventilati, oltre a due nuovi assetti con inserti in legno per personalizzare l'abitacolo. Qui Tesla non era allineata alla media, con Model X e la neonata Model 3 con frontali più futuristici, ma con Model S ancora ferma al design originale, con finta griglia a ricordare le auto tradizionali. "Di serie sono offerti l'ingresso a bordo keyless, la retrocamera e il sistema di infotainment che sfrutta l'enorme schermo a sfioramento da 17". Mentre ulteriori dotazioni sono disponibili con l'aggiornato pacchetto Premium.

A tutte queste novità non manca che la conferma da parte dei vertici Tesla: già nei mesi scorsi, i "piani alti" del marchio californiano avevano dichiarato di non avere nei propri taccuini delle priorità un eventuale aggiornamento della gamma Model S. Staremo a vedere.

I prezzi della nuova Tesla Model S partiranno da 71.500 euro per la 70D che con la sua batteria da 70 kWh di capacità offre un'autonomia di 376 km e scatta da 0 a 100 km/h in 5,5 secondi.