Stanno per tornare i temporali, come cambierà il meteo

Stanno per tornare i temporali, come cambierà il meteo

Nella giornata di martedì 8 giugno il transito di un debole fronte in quota produrrà annuvolamenti cumuliformi che potranno causare pure qualche locale pioggia.

Le due strutture anticicloniche tenderanno ad indebolirsi proprio nella fine settimana e l'onda mediterranea, che ci interessa direttamente, si ritirerà un po' mantenendo la sua influenza diretta solo sulle regioni meridionali italiane.

Acquazzoni o temporali maggiormente organizzati al nord-est, nelle aree interne del centro, sulle Alpi e sulla Sardegna. Leggermente meno caldo sul settore più orientale del nord.

Tra sabato 5 giugno e lunedì della prossima settimana (6 giugno) si assisterà ad un progressivo ritiro verso sud dell'anticiclone afro-mediterraneo e l'aria molto calda ad esso associata interesserà più direttamente il sud della Sardegna e le estreme regioni meridionali. Rovesci e temporali saranno all'ordine del giorno soprattutto nelle ore pomeridiane su gran parte dell'arco alpino, prealpino e su molti tratti di pianura specie su quelle del Triveneto. Oltre che sulle regioni centro-settentrionali il tempo è destinato dunque a divenire più instabile anche su parte del Sud la prossima settimana, con rovesci e temporali che culmineranno nelle ore pomeridiano-serali e che dalle zone di montagna si propagheranno a gran parte della Val Padana e del Centro-Sud, coinvolgendo spesso anche le aree costiere.

Da qui potrebbe avviarsi anche per la settimana successiva qualche fase di instabilità. Tempo migliore sul resto del nord, sulle regioni centromeridionali e sulla Sicilia. Temperature in contenuta diminuzione sulle regioni tirreniche, sulla Sardegna e sulle regioni nordorientali.

L'apice del domino anticiclonico dovrebbe essere tra oggi e domani perché come abbiamo visto già nel primo weekend del mese un'ondulazione in quota porterà un aumento dell'instabilità prima al Nord Italia e poi anche sulle regioni del Centro.