Ergastolo per Ratko Mladic, il boia di Srebrenica

Ergastolo per Ratko Mladic, il boia di Srebrenica

Il Tribunale dell'Aja ha confermato in appello l'ergastolo per Ratko Mladic, respingendo il ricorso dell'ex generale serbo contro la sua condanna per genocidio e crimini contro l'umanità. La sentenza diventa così definitiva.

Mladic, che ha 78 anni, era presente in aula e ha seguito con le cuffie della traduzione la lettura della sentenza. Dal canto suo, la presidente della the Helsinki Committee for Human Rights in Serbia, Sonja Biserko, aveva fatto sapere di non aspettarsi "cambiamenti significativi", ritenendo che ci fossero "poche possibilità" che i giudici riconoscessero le nuove accuse di genocidio risalenti al 1992. Nella Federazione croato-musulmana l'attesa è per una conferma dell'ergastolo per il 'Boia di Srebrenica', l'artefice principale dei massacri, delle atrocità e delle sofferenze patite. "Non riconosciamo le sentenze del Tribunale dell'Aja, tu sei l'orgoglio della Republika Srpska", si legge su uno striscione esposto a Banja Luka, il capoluogo dell'entità serba - come riferito dai media regionali. Non sarà possibile presentare un nuovo appello.