Da lunedì Abruzzo, Umbria, Liguria e Veneto in zona bianca

Da lunedì Abruzzo, Umbria, Liguria e Veneto in zona bianca

Tra le novità più importanti per chi entra in fascia 'bianca' c'è la cancellazione del coprifuoco e la riapertura di tutte le attività.

Da lunedì 7 giugno Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passeranno in zona bianca.

Il ministro della Salute Roberto Speranza, rende noto il ministero, firmerà in giornata una nuova ordinanza sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia.

"La curva sta decrescendo a livello europeo e il dato italiano mostra anche una decrescita e il numero di caso è in diminuzione. L'incidenza è di 32 casi su 100mila abitanti e tutte le regioni sono sotto il valore di 50 casi su 100mila abitanti". Il passaggio dell'Abruzzo in zona bianca consente di anticipare a lunedì prossimo, rispetto al 1° luglio, la ripartenza delle attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo. In zona bianca è inoltre consentita l'attività motoria e gli sport negli ambienti chiusi, dunque dopo le palestre possono riaprire anche le piscine coperte. Da lunedì sono consentite anche al chiuso le feste conseguenti alle cerimonie civili e religiose (previste dal 15 giugno in zona gialla), sempre in aderenza alle specifiche linee guida e con l'obbligo delle "certificazioni verdi" per i partecipanti. Il 28 giugno dovrebbe esserci l'ingresso in zona bianca dell'ultima regione rimasta, la Valle d'Aosta. Il 21 giugno, se il trend si conferma, toccherà a: Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Provincia di Bolzano, Sicilia e Toscana.