Da lunedì 7 giugno 2021 coprifuoco spostato a mezzanotte in Piemonte

Da lunedì 7 giugno 2021 coprifuoco spostato a mezzanotte in Piemonte

CATANZARO Inizia il conto alla rovescia per il superamento del coprifuoco. Nel resto d'Italia, l'orario limite per rientrare a casa passa dalle 23 a mezzanotte. Lo sono già da una settimana Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia. Brusaferro si è poi soffermato proprio su Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria che per il terzo monitoraggio consecutivo hanno fatto registrare un'incidenza settimanale sotto i 50 casi, condizione necessaria per garantirsi la zona bianca poi comunicata ufficialmente dal ministro della Salute, Roberto Speranza, con apposita ordinanza. Si tratta di Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria.

Livello minimo di restrizioni Da lunedì 7 giugno un italiano su cinque (20%) per un totale di 11,6 milioni di persone si troveranno in zona bianca con il livello minimo di restrizioni. Per loro il giorno della zona bianca (e dell'addio al coprifuoco) e' il 14 giugno. Le altre regioni restano in zona gialla, ovvero: Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Lazio, Toscana, Marche, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Valle D'Aosta e le provincie autonome di Trento e Bolzano. Ma a quel punto le differenze con la zona gialla saranno minime: come detto, il coprifuoco sarà rimosso per tutti il 21 giugno. Per allora, salvo risalite repentine della curva epidemica per ora non all'orizzonte, tutta la Penisola sara' bianca. Su questo il sindacato delle sale da ballo lancia la sfida all'esecutivo: "Se entro il prossimo 21 giugno, con l'eliminazione definitiva del coprifuoco, il governo non si esprime anche per la nostra ripartenza, decideremo di riaprire indistintamente dal primo luglio".