Tragedia sul Mottarone, precipita cabina funivia: 9 morti

Tragedia sul Mottarone, precipita cabina funivia: 9 morti

E' questo il bilancio fornito dalle forze dell'ordine, ma probabilmente ancora provvisorio, dopo che si è staccata la cabina della funivia del Mottarone che parte da Stresa. E' successo intorno a mezzogiorno e mezzo di domenica 23 maggio, a trecento metri dall'arrivo in vetta.

Sulla cabina della funivia precipitata e che dal lago era diretta verso la montagna, c'erano- secondo quando si apprende - 11 persone (la capienza è di 40). Sul posto sono presenti squadre dei vigili del fuoco e del soccorso alpino.

Salgono a nove le persone morte a seguito del crollo della funivia del Mottarone a Stresa, nel Verbano-Cusio-Ossola. Due bambini di 9 e 5 anni, in codice rosso, sono stati trasportati a bordo di due eliambulanze all'ospedale Regina Margherita di Torino.

Il cedimento del cavo di acciaio della funivia Stresa-Alpino-Mottarone è avvenuto a circa 300 metri dalla vetta del Mottarone. Era stata riaperta il 24 aprile dopo il periodo di chiusura dovuta alle restrizioni Covid.

La cabina è crollata in un tratto boscoso e impervio, dove le operazioni di soccorso non sono facili. Lo ha detto un soccorritore a Rai News24, aggiungendo che la cabina è "distrutta a terra, quasi completamente accartocciata, la caduta è stata significativa". L'incidente - come riferito da La Stampa - si è verificato in uno dei punti più alti dell'impianto.

Problemi in passatoLa funivia Stresa-Mottarone era stata chiusa nel 2014 per essere sottoposta a lavori di manutenzione, prima di riaprire nel 2016. Nella circostanza era stata eseguita anche una magnetoscopia sulle funi, una sorta di esame ai raggi x per verificarne la tenuta.

Dal Piazzale Lido, in frazione Carciano di Stresa, in riva al lago di fronte all'Isola Bella, la funivia con un tragitto della durata di 20 minuti, raggiunge quota 1491 metri.