Messina, il libro di Giorgia Meloni a scuola diventa un caso

Messina, il libro di Giorgia Meloni a scuola diventa un caso

Chi non lo farà, non potrà ottenere i crediti formativi previsti. A sollevare la polemica alcuni genitori che non hanno gradito la "obbligatorietà" della partecipazione all'evento. Meloni e alla dirigente Sgrò, parteciperanno Maria Concetta Oliveri (Presidente Nazionale FIDAPA), Maria Ciancitto (Presidente Distretto Sicilia FIDAPA), la Prof.ssa Rosa Maria Trischitta (Presidente della Sezione di Messina, ex docente Jaci), la prof.ssa Aurora Vesto e l'on. All'incontro parteciperà anche la parlamentare Ella Bucalo, responsabile scuola di Fratelli d'Italia. Ella Bucalo viene presentata, dalla stessa circolare dell'istituto, come Responsabile del Dipartimento Scuola di Fratelli d'Italia. La partecipazione degli studenti sarà conteggiata nel monte ore della famigerata alternanza scuola-lavoro. "Ci deve essere un contraddittorio, vi sono interventi organizzati ma nessuno dei ragazzi è stato chiamato a intervenire né altri scrittori di appartenenza politica opposta a quella dell'onorevole Meloni".

Chi mai avrebbe potuto immaginare solo un paio di anni fa, che Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni sarebbe passata da pochi punti percentuali di consenso. Ragioni d'opportunità avrebbero consigliato di evitare che l'evento assumesse una connotazione marcatamente politica o che, almeno, per salvaguardare l'onorabilità dell'Istituzione scolastica, si fosse fatto lo sforzo di organizzarla garantendo un contraddittorio. La quale invece, ha ammesso all'Adnkronos di essere stata contattata dalla scuola, "ma - ha precisato - non avevo alcun accordo definitivo per partecipare alla lezione online".

La vicenda ha ormai scatenato le reazioni politiche, e c'è chi come Liberazione Queer Messina, Rete degli Studenti Medi Messina, UDU Messina - Unione degli Universitari, Link Messina - Studenti Indipendenti, Circolo ARCI Thomas Sankara, Arcigay "Makwan" Messina, CUB Messina, Rete 34+, Cambiamo Messina dal Basso, Potere al Popolo annuncia un esposto al Provveditorato: "Ci sembra inutile ricordare tutte le occasioni in cui l'onorevole Meloni ha contribuito ad alimentare un clima tossico nei confronti della comunità LGBTQ+ (da ultimo con la sua avversione alla legge Zan), con un grave danno per tutt* l* student* che subiscono ogni giorno violenza di matrice omolesbobitransafobica". "Ho chiesto di smentire - sottolinea la dirigente di Fdi - con me c'era stato solo il contatto per pensare a un incontro, nulla di definito, tra l'altro, la vicepreside che ho contattato questa mattina, mi ha assicurato che si tratta di una iniziativa extra-curriculare, senza obbligo di frequenza e senza crediti".

"Mi avevano detto che si trattava di incontri con gli autori di libri che fanno normalmente, di una attività di routine, io della circolare che parla della mia presenza e di quella della Meloni non ne so nulla", conclude Bucalo.