Italia: molti muoiono in un incidente in funivia

Italia: molti muoiono in un incidente in funivia

Due bambini sono stati portati in codice rosso, con le eliambulanze, a Torino.

Almeno 12 persone sono state uccise e due bambini gravemente feriti domenica quando una funivia si è schiantata al suolo nel nord Italia, hanno detto i funzionari. Il bimbo di cinque anni, arrivato in elicottero all'Ospedale infantile, da un primo esame è arrivato cosciente e avrebbe riportato diversi traumi tra cui al cranio, al torace all'addome e la frattura degli arti inferiori. Secondo le ultime informazioni, sono salite a 13 le vittime.

La cabina è precipitata per '15-20 metri, ha rotolato per qualche decina di metri e si è fermata contro due tronchi di alberi. Solo un bambino è sopravvissuto: ha 5 anni e lotta per la vita in ospedale, a Torino. La Commissione, voluta dal ministro Emrico Giovannini "in considerazione della gravità di quanto accaduto, svolgerà approfondimenti specifici, che si aggiungono agli accertamenti della Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie e Marittime - DGFEMA, organismo investigativo indipendente previsto dalla normativa europea". Poco dopo di lui ne erano stato portato un altro, di 9 anni, che è spirato poche ore i disperati tentativi dei medici di salvargli la vita. "Un veicolo dei pompieri che si stava arrampicando verso il sito si è anche rovesciato, senza che ci fossero feriti", ha scritto 'Le Figaro'. Al momento non si è presentato nessun parente all'ospedale. La tragedia della funivia fa piangere i cuori di tutti gli italiani.

"Ci stringiamo attorno alle famiglie colpite dalla tremenda tragedia avvenuta a Stresa. Ora aspettiamo le risultanze delle indagini che dovranno accertare come sia potuto avvenire questo incidente che speriamo siano rapide, anche se sappiamo che conoscere le ragioni del cedimento non potrà mai restituire ai propri cari le persone che abbiamo perso". "Esprimiamo il nostro cordoglio ai familiari delle vittime e chiediamo che si faccia di più per garantire la sicurezza nei trasporti". Le loro condizioni sono state definite critiche dai medici torinesi. "L'obiettivo di azzerare gli infortuni non è utopistico e quindi va perseguito in ogni modo".

La funivia del Mottarone era stata riaperta il 24 aprile dopo il periodo di chiusura dovuta alle restrizioni Covid. La procura di Verbania indaga per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.