Franco Battiato morto: addio al grande cantautore siciliano

Franco Battiato morto: addio al grande cantautore siciliano

Malato da tempo, l'artista è scomparso nella sua casa di Milo, dove si era ritirato dal 2019.

Antonio Spadaro ha lanciato un tweet che ha spaventato milioni di italiani. Il direttore della rivista La Civiltà cattolica ha scritto sul social: "E guarirai da tutte le malattie". Perché sei un essere speciale. Ed io avrò cura di te. Franco Battiato è stato uno degli innovatori della musica italiana, in grado di trasformare il pop e portarlo a un livello che in pochi hanno raggiunto. Tutti ce lo ricorderemo come uno dei più grandi artisti del panorama italiano. Cantautore, compositore, musicista, regista e pittore italiano, Battiato era nato il 23 marzo del 1945 a Riposto, Catania. Ha esplorato il mondo della musica etnica e non ha detto di no neanche alla musica elettronica e alla lirica. Anche se è sempre stato lontano da atteggiamenti militanti, non ha mai nascosto le sue simpatie per la Sinistra e con "Povera patria" ha firmato uno dei più intensi ritratti del degrado del nostro Paese. Artista completo, avanguardista, vincitore di numerosi premi da parte del Club Tenco, con tre Targhe e un Premio Tenco, Battiato aveva 76 anni. In realtà Franco Battiato è stato uno studioso dagli orizzonti amplissimi che sa praticare l'arte della canzone pop ma che, grazie alla sua cultura dai vasti orizzonti, usa linguaggi e riferimenti diversissimi, sia in campo musicale che in altre forme di espressione artistica, come il cinema, la pittura, l'opera. Già da giovane Franco Battiato aveva deciso di non accettare di cimentarsi nella musica commerciale: voleva qualcosa di più. Così ha dato vita al suo album "Fetus". Con questa raccolta di brani l'artista ha portato una ventata di aria fresca, sconfiggendo i dogmi della canzone italiana di allora.