Draghi: "Italia favorevole a sospensione temporanea dei brevetti"

Draghi:

Si stanno per illuminare gli schermi dei partecipanti al Global Health Summit (Vertice mondiale sulla salute): co-organizzato dall'Italia, durante l'anno della presidenza di turno del G20, e dalla Commissione europea.

"La pandemia ha sottolineato la straordinaria importanza della cooperazione internazionale" per il presente e il futuro, ha detto Draghi nel discorso di apertura del Summit.

"I contributi al dibattito odierno - aggiunge - serviranno come solida base per rafforzare la nostra risposta all'attuale emergenza sanitaria e alle crisi future". I lavori si chiuderanno con l'approvazione di una "Dichiarazione di Roma"; "un orientamento volontario nell'azione presente e futura per la saluta globale".

"Export Ue 200 milioni di vaccini, tutti tolgano i blocchi" Draghi spiega quindi che "l'Ue ha esportato circa 200 milioni di dosi di vaccini Covid-19 in 90 Paesi, circa la metà della sua produzione totale". "L'Italia è aperta a questa idea, in modo mirato, limitato nel tempo e che non metta a repentaglio l'incentivo ad innovare per le aziende farmaceutiche".

Nelle settimane scorse aveva avanzato questa ipotesi anche il presidente americano Joe Biden.

Quanto alla Dichiarazione di Roma "difende giustamente il ruolo del sistema di scambi multilaterali e in particolare il ruolo centrale dell'Organizzazione mondiale del commercio. Dobbiamo revocare - afferma - i divieti generali di esportazione soprattutto verso i Paesi più poveri". "Questo è essenziale se vogliamo reagire efficacemente agli shock".

"Noi - ha aggiunto Von der Leyen - dobbiamo agire adesso per mettere sotto controllo la pandemia in tutto il mondo, non solo in alcuni paesi ma ovunque". L'iniziativa riguarderà un numero di hub regionali distribuiti attraverso il Continente e conterà su un investimento da un miliardo.

Si tratta "anche di portare la tecnologia dell'mRna in Africa: questo è il passaggio più importante", evidenzia von der Leyen.

In vista dell'appuntamento era stato costituito un panel di 26 esperti (Scientific expert panel) presieduto da Peter Piot - consulente della presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen e direttore della London School of Hygiene & Tropical Medicine - e Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss). Un quadro nel quale "l'Italia è favorevole alla sospensione dei brevetti", come sostenuto da Draghi.

Von der Leyen fornirà sia "dettagli" che il "livello di impegno" che si intende prendere rispetto all'iniziativa. Ho ascoltato molto attentamente i Paesi in via di sviluppo: abbiamo avuto dei colloqui con leader africani e asiatici su questa materia. "Lamentano che per loro è difficile utilizzare queste flessibilità già previste". Purtroppo, molti paesi non possono permettersi di pagare questi vaccini. Le organizzazioni della società civile sono state invitate a esaminare i 3 seguenti quesiti, che hanno guidato ciascuna sessione.