Cos'è la zona bianca rafforzata e quali regioni possono entrarci

Cos'è la zona bianca rafforzata e quali regioni possono entrarci

"Si tratta di un passaggio fondamentale - spiega a Umbria Tv - zona bianca è fondamentale perché dobbiamo riaprire e riattivare non solo i reparti in maniera progressiva ma anche le attività produttive: il turismo è UN elemento cardine per questa regione".

Ecco che è emersa l'ipotesi di una zona bianca rafforzata. Secondo l'attuale normativa in area bianca non c'è il coprifuoco e le uniche regole sono l'obbligo di mascherina, di distanziamento e il divieto di assembramento, lasciando alle Regioni la possibilità di stabilire misure più restrittive attraverso ordinanze.

L'intento dei governatori sarebbe quello di definire regole comuni per le regioni bianche anziché optare per provvedimenti a livello regionale. In vista della possibile promozione di tre regioni nella fascia di rischio più bassa (Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna) gli stessi governatori corrono ai ripari per non rischiare di tornare indietro. Qui lo slittamento del coprifuoco dalle 23 alle 24 avverrà quindi con una settimana di anticipo rispetto al resto d'Italia.

Se i dati verranno confermati, dal 7 giugno sarà il turno di Abruzzo, Liguria e Veneto.

A partire dal 14 giugno, invece, si aggiungono Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna alle Regioni in zona bianca.

Al momento l'ipotesi di un coprifuoco presente anche in zona bianca non sembrerebbe essere arrivato sul tavolo degli esperti del Cts.