C'è il via libera al green pass europeo

C'è il via libera al green pass europeo

Attesterà se una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o ha un risultato recente di test negativo o è guarita dall'infezione.

Green pass, accordo raggiunto tra Parlamento e Consiglio Ue sul certificato digitale per i viaggi.

E' stato stabilito che si chiamerà Eu Digital Covid Certificate, cioè certificato Covid Ue digitale, e non Green Digital Certificate. Il regolamento entrerà in vigore dal primo luglio 2021 e resterà valido per un anno.

Ulteriori restrizioni nei confronti dei viaggiatori titolari del certificato non sono possibili "in linea di principio", tuttavia potranno essere imposte "ove necessario e in modo proporzionato, sulla base di evidenze, con notifica alla Commissione e ad altri Stati membri". Mancano ancora alcuni passaggi formali: il via libera in commissione Libe, il voto nella plenaria del 7 giugno che si terrà a Strasburgo e il voto in Consiglio.

"Abbiamo consegnato questo nuovo strumento a tempo di record per salvaguardare la libertà di movimento per tutti i cittadini", ha commentato a caldo il commissario europeo alla Giustizia Didier Reynders. A mano a mano che la vaccinazione avanza, sottolinea Lopez Aguilar, "i test saranno sempre meno necessari", quindi la questione della gratuità e dei costi di tamponi e test rapidi perderà progressivamente di importanza.

A commentare l'arrivo del Certificato Verde è stata anche la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen: "Stiamo mantenendo il nostro impegno di avere il certificato Covid digitale dell'Ue attivo e funzionante prima dell'estate".