Coronavirus, oggi tantissimi decessi in Lombardia

Coronavirus, oggi tantissimi decessi in Lombardia

L'ultimo aggiornamento di questa mattina certifica che la Lombardia ha somministrato 1.877.416 dosi, quindi entro la fine della settimana supereremo sicuramente i 2 milioni di inoculazioni. Poi un'altra ventina di persone che avevano l'appuntamento in altri hub vaccinali ma si sono presentate al Besta perché era il centro più comodo e vicino: per motivi organizzativi è stato spiegato loro che dovevano andare dove avevano l'appuntamento.

Un concetto ribadito anche dal presidente della Regione Attilio Fontana, che ha parlato di "insoddisfazione" perché l'adesione per la fascia dai 75 ai 79 anni "è stata inferiore a quello che pensassimo". Mentre su Moderna e Pfizer abbiamo un'efficacia superiore al 90%, sappiamo che per AstraZeneca è attorno al 70%, ma sappiamo anche chi ha avuto l'infezione dopo il vaccino non ha avuto forme gravi e le ospedalizzazioni sono praticamente a zero. "Confidiamo di ricevere in breve tempo le informazioni utili per riprogrammare le agende riservate alle fasce di età under 60 anni per le quali avevamo previsto il vaccino prodotto dall'azienda anglo-svedese". Verranno somministrate a questa categoria mediamente 23.000 dosi al giorno in tutta la Lombardia. Ma è tutto da vedere cosa succederà adesso, se la percentuale di chi non fa il vaccino salirà ancora dopo gli ultimi sviluppi di ieri, in particolare sulle seconde dosi, sottolineano gli esperti.

Entro il 20 di aprile in Lombardia riceveranno la prima dose anche i restanti over 80 che hanno manifestato l'esigenza di essere vaccinati a domicilio: sono circa 50.000, di cui ad oggi 12.164 sono già stati vaccinati. La Regione "raggiungerà l'obiettivo grazie al supporto di Areu e delle Ats attraverso le unità mobili dedicate".

VACCINAZIONE PERSONALE SCOLASTICO - Prosegue a ritmo sostenuto la vaccinazione del personale scolastico che ha aderito alla campagna. Per quanto riguarda il personale scolastico (immunizzato con AstraZeneca) si è arrivati a 183.860 dosi somministrate su una popolazione target di 223.277, pari all'82% della platea.

PAZIENTI ESTREMAMENTE VULNERABILI OSPEDALIERI - I pazienti estremamente vulnerabili in Lombardia sono più di 294.646. La vaccinazione per questi soggetti è stata avviata il 18 marzo scorso presso i centri di riferimento delle strutture sanitarie pubbliche e private della Lombardia e 47.936 hanno già ricevuto la prima dose.