Bottiglie incendiarie contro il centro vaccinale di via Morelli

Bottiglie incendiarie contro il centro vaccinale di via Morelli

"Attacco ignobile!" scrive su Facebook il presidente Attilio Fontana. I militari indagano per ricostruire quanto accaduto: le telecamere di sicurezza installate in strada potrebbero avere ripreso gli autori del gesto. "Il centro - si legge nel post - è stato realizzato con i fondi della generosità bresciana, grazie all'iniziativa AiutiAMO Brescia avviata nel corso della prima ondata del Covid". Come riportato sul sito, al 9 marzo 2021 la campagna ha messo insieme un totale di 18.855.851,36 euro. "Un atto vile - stigmatizza il capogruppo del Pd in consiglio regionale in Lombardia Fabio Pizzul con il presidente della Commissione d'inchiesta sul Covid Gianni Girelli - grave e vergognoso. Auspico che le indagini siano svolte in tempi brevi e che i delinquenti che hanno lanciato queste bottiglie siano individuati al più presto".

Sono limitati ad un tendone adibito a sala mensa i danni al centro vaccinale di Brescia colpito all'alba da due bottiglie incendiarie - in un primo momento sembrava una sola molotov - lanciate dalla strada. "Qualsiasi siano le motivazioni, sono certa che non ci sia bresciano che non si augurerebbe una punizione esemplare per questi idioti bastardi". È un'offesa alla vita di Brescia, che pur così duramente provata dalla pandemia, con le sue istituzioni ha reagito a virus e inefficienze. AiutiAMO Brescia è un esempio di grande unità territoriale tra volontariato e mondo sanitario: "un patrimonio della città che vogliamo difendere e valorizzare".

Bottiglia incendiaria all'alba al centro anti Covid di via Morelli
Brescia, lanciate due bottiglie incendiarie contro il centro vaccinale. Colpita la mensa degli operatori

Ancora da quantificare i danni alla struttura ma per fortuna non si registrano feriti o intossicati.