Zone rosse e arancioni, le regole da seguire - Cronaca

Zone rosse e arancioni, le regole da seguire - Cronaca

Quali sono gli spostamenti consentiti? Più volte è sembrato di intravedere "la luce in fondo al tunnel", eppure ci si è ritrovati in un baratro drammatico, fatto di paura e sofferenza. Nello stesso periodo, poi, la 'fascia rossa' è pronta a scattare per i territori regionali nei quali l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi sarà superiore a 250 casi ogni 100 mila abitanti.

Sette quelle che rimangono o diventano arancioni (con zone rosse circoscritte): Abruzzo, Calabria, Liguria, Sicilia, Umbria, Valle d'Aosta. Inoltre le singole regioni potranno adottare le misure previste dalla zona rossa laddove l'incidenza dei contagi sarà maggiore. Il governatore lombardo Attilio Fontana manda un messaggio ai suoi cittadini e spera "che sia l'ultimo sacrificio".

- Il transito "sui territori in zona arancione è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti ai sensi del decreto". Il Governo conta di arrivare così al 5 aprile e, per quel momento, di aver pronto il nuovo provvedimento che dovrà essere modulato sull'andamento della curva, con l'auspicio che le imminenti chiusure possano produrre qualche risultato incoraggiante.

Si può andare a fare visita a parenti o amici?

- Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie. Ma anche negozi di computer, elettronica, elettrodomestici, ferramenta, pompe di benzina, negozi di biancheria e di giocattoli, librerie, vivai.

L’Italia chiude da lunedì: nuove zone rosse e Dpcm in arrivo
Quali sono i colori delle Regioni oggi: ultimo giorno di zona gialla fino a dopo Pasqua

Atteso per oggi dunque il decreto per modificare il Dpcm in senso restrittivo, introducendo serrate per i bar e i ristoranti, chiudendo le scuole e limitando le aperture di negozi, parrucchieri e centri estetici.

Sì. Dagli asili alle scuole medie tutti gli alunni vanno regolarmente in aula mentre nelle scuole superiori è prevista la didattica in presenza a rotazione degli alunni in una percentuale tra il 50 e il 75 per cento e per gli altri la Dad. Consentito l'asporto e la consegna a domicilio.

In zona arancione i negozi al dettaglio sono aperti mentre restano chiusi i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi. Non sono consentiti gli spostamenti verso le abitazioni private diverse dalla propria.

Dal 15 marzo al 2 aprile e il 6 aprile tutte le regioni saranno almeno in zona arancione. Ora spostamenti liberi all'interno del Comune, ma vietato varcare il confine se non per lavoro, urgenza, o necessità (e quindi NON per andare a visitare amici e parenti). In queste Regioni si può circolare liberamente all'interno del proprio Comune, i negozi sono aperti ma non i bar e i ristoranti, che possono fare solo servizio d'asporto e consegne a domicilio. Chiusi bar e ristoranti con asporto fino alle 18 per le attività senza cucina. "È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi". Palestre e piscine, tuttavia, restano chiuse.